x

x

Ubriaco forza un posto di blocco e tenta di investire un carabiniere

Arrestato un 38enne. Il bilancio delle altre operazioni
Un posto di blocco dei carabinieri a Massafra

I Carabinieri della Compagnia di Massafra hanno effettuato un servizio “ad alto impatto” finalizzato a rafforzare il concetto di “sicurezza percepita” nei Comuni di Massafra e Crispiano.

Nel corso delle attività, in Crispiano è stato arrestato un 38enne di Massafra, per aver, alla guida del proprio veicolo, forzato un posto di controllo non ottemperando all’alt imposto dai Carabinieri e rischiando di investire uno dei militari. Fermato subito dopo ed apparendo in evidente stato di alterazione alcolica, è stato accompagnato presso gli uffici e dichiarato in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale e contestualmente denunciato per rifiuto dell’accertamento alcolemico mediante etilometro e per le violazioni alle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale a cui era sottoposto. L’uomo, fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

E’ stato invece denunciato in stato di libertà un uomo di Massafra, ritenuto presunto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La perquisizione domiciliare ha permesso infatti di rinvenire e sequestrare diversi grammi di cocaina e eroina, suddivisi in quindici dosi, oltre a materiale utilizzato per il confezionamento e circa 450 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. La tipologia di sostanze stupefacenti è stata riscontrata a seguito di immediate analisi effettuate presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Taranto, mentre il denaro è stato versato su un libretto postale infruttifero intestato al Fondo Unico di Giustizia.

Durante il servizio coordinato, con il supporto del Nucleo Antisofisticazioni di Taranto sono stati sanzionati amministrativamente i titolari di un bar e di una kebbaberia, per violazioni sulle norme igienico – sanitarie, ai quali sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 4.000 euro.

I controlli, proseguiti sino a tarda notte nel comune di Crispiano, hanno permesso di denunciare in stato di libertà un 60enne che fermato ad un posto di controllo ha fornito false generalità per evitare la sanzione, in quanto sprovvisto di patente di guida perché mai conseguita.

Inoltre, sono stati controllati circa 50 veicoli e un centinaio di persone ed elevate 11 sanzioni amministrative per infrazioni al Codice della Strada. Nel contesto sono state ritirate due patenti di guida.

Tre persone, infine, sono state segnalate alla Prefettura di Taranto, per uso personale di sostanze stupefacenti, sequestrando dosi di hashish e marijuana.