x

x

Buonasera

Parcheggiatori abusivi? Colpa del Comune

Mentre i parcheggiatori e le bancarelle abusive continuano a riempire strade e marciapiedi del Borgo (e non solo), il Consiglio comunale approva un ordine del giorno.

Ieri, infatti, i consiglieri comunali hanno dato il via libera al documento che «impegna il sindaco ad adottare tutti gli atti in suo potere che abbiano ad oggetto il divieto dell’esercizio del mestiere di parcheggiatore abusivo su tutto il territorio comunale». Il Consiglio, inoltre, ordina «al Corpo di Polizia locale di porre in essere tutte le azioni necessarie alla repressione urgente del fenomeno» e chiede, infine «al prefetto un’apposita convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per concordare con tutte le forze dell’ordine un’adeguata e forte strategia repressiva».

Non sono mancati i distinguo con il consigliere comunale di Forza Italia, Giampaolo Vietri, che ha abbandonato l’aula in segno di protesta, non partecipando quindi alla votazione. «L’illegalità diffusa in città è dovuta ad un’amministrazione assente anche in tema di controllo del territorio che, invece di contrastare con fermezza la proliferazione di attività illegali, è stata permissiva facendo prendere il sopravvento ad ogni forma di abusivismo ed inciviltà – ha spiegato Vietri. E’ così che, oggi, a Taranto i guardiamacchine abusivi operano anche li dove sono istituiti i parcheggi a pagamento. Non basta pertanto una proposta di delibera ma è necessaria la volontà politica di rendere vivibile il territorio – vigilando e perseguendo chi vive nell’illegalità. Oltretutto, in riferimento alla legalità ed al decoro urbano oltre ai parcheggiatori è presente in città un abusivismo commerciale dilagante praticato anche in aree ad alta vocazione commerciale, con vendita di merce contraffatta o di generi alimentari immessi sul mercato senza i previsti controlli igienico-sanitari; tutto contornato da illegale occupazione di suolo pubblico.

Attività abusive, un tempo arginate nelle aree periferiche che oggi sono radicate ed impunite anche in via D’Aquino dove agli abusivi locali si sono aggiunti quelli stranieri che arrivano anche a minacciare i commercianti che richiedono l’intervento della forza pubblica». Secondo il consigliere comunale di Forza Italia «la lotta all’illegalità se c’è la volontà può essere invece avviata con le forze di cui il Comune già dispone visto che l’ultimo pacchetto sicurezza, ed il decreto Maroni, hanno implementato i poteri dei sindaci in materia di salvaguardia di ordine e sicurezza pubblica. Dinnanzi, però, alla tolleranza fuori ogni ragionevolezza ed all’immobilismo di questa amministrazione comunale, la città resterà in mano ad ogni forma di delinquenza, di illegalità e di inciviltà. Del resto, un’amministrazione come questa con una giunta azzerata dieci volte, senza una maggioranza, senza ormai alcun apprezzamento tra la cittadinanza, non vedo come possa combattere l’abusivismo se di fatto è essa stessa delegittimata ed abusiva in questa città».

Così Eva Degl’Innocenti ha cambiato il MArTA

Se Marta fosse una donna, e non MArTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, si potrebbe dire che lei, Eva, l’ha condotta per mano in un percorso a là Benjamin Button: da signora piacente ma un po’ agée a ragazza stilosa, che sa usare i social, ama il rock e la tecnologia. I sei anni e […]

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]