x

x

Statale 7 Via Appia, Mazzarano: “Si proceda urgentemente alla messa in sicurezza”

“A che punto sono gli interventi di messa in sicurezza della strada statale 7 ‘Via Appia’ più volte richiesti dal Comune di Palagiano? Per quanto tempo ancora dovremo contare i morti?”. 

E’ quanto chiede Michele Mazzarano, capogruppo del Pd in Consiglio regionale, in merito al progetto di realizzazione di due rotatorie in prossimità delle progressive chilometriche 625+800 e 626+250 della statale 7 ‘Via Appia’.

Lo studio di fattibilità dell’intervento, già redatto dall’Anas, è stato a suo tempo consegnato sia al Comune di Palagiano sia alla Regione Puglia (per il finanziamento).

Tuttavia, l’Autorità di bacino ha comunicato che avrebbe dato il via libera all’opera solo dopo che fossero stati realizzati interventi di mitigazione e sistemazione idraulica, perché gli interventi ricadono in area classificata “ad alta pericolosità idraulica” dal vigente Piano di assetto idrologico dell’Autorità di Bacino della Puglia.

La Regione, da parte sua, si sarebbe impegnata a inserire l’opera da 1 milione e 121mila euro nella propria programmazione per poterla finanziare. E il Comune di Palagiano, peraltro, aveva già un progetto di sistemazione idrogeologica, per il quale aveva richiesto il finanziamento alla Regione Puglia nella programmazione 2014 -2020.

In seguito ad un incontro in Prefettura a Taranto tenutosi nel maggio 2015 tra tutti gli enti interessati, l’Anas decise di inserire l’intervento di mitigazione nel proprio contratto di programma 2016 per un importo di 920.000 euro, in modo da poter procedere.

“Ho chiesto all’assessorato regionale ai Lavori pubblici di finanziare completamente l'opera e di dare ad essa il massimo della priorità”, prosegue Mazzarano. “Sono stati compiuti passi avanti, ma bisogna accelerare l'iter procedurale con l'impegno di tutti. Ora – spiega l’esponente del Pd in Consiglio regionale – occorre procedere subito all’intervento di sistemazione idraulica, sapendo che senza quest’ultimo non si potrà avere il parere favorevole al progetto da parte dell'Autorità di Bacino. Peraltro le opere di sistemazione idrogeologica che il Comune deve realizzare, oltre ad essere necessarie per ottenere il parere favorevole dell’Autorità di Bacino della Puglia, modificheranno in maniera significativa lo stato dei luoghi. In particolare, modificheranno il tracciato e le dimensioni dell’attuale canale che costeggia la statale 7, intersecandola proprio nell’area in cui è prevista la seconda rotatoria".

"Ai fini di una continua e puntuale cura di tutti i passaggi dell'iter procedurale – conclude Mazzarano – serve una conferenza dei servizi di tutti i soggetti istituzionali, per operare una costante verifica dei procedimenti di realizzazione delle opere”.