x

x

Asilo Del Vasto, il caso finisce in Regione

Il caso riguardante la chiusura dell’asilo nido Del Vasto approda in Regione.

L’assessore alla Formazione e al Lavoro, Sebastiano Leo, nel corso del Consiglio regionale di ieri, ha risposto ad una interrogazione presentata dal consigliere Cosimo Borraccino sulla chiusura del plesso della Città Vecchia. «La questione – ha specificato il consigliere di Noi a Sinistra per la Puglia – non rientra nella competenza diretta della Regione. Pur tuttavia si tratta dell’unico asilo nido che si trova in una parte degradata di Taranto, non soltanto da un punto di vista ambientale, ma anche sul piano socioeconomico. Quell’asilo nido – ha detto Borracino – rappresenta, in quel punto, uno dei pochi luoghi di presenza dello Stato».

Lo spirito dell’interrogazione, quindi, è quello di «mettere in moto un’azione di stimolo nei confronti all’Amministrazione comunale di Taranto, per far sì che uno dei pochi presidi di legalità di vita delle istituzioni possa ritornare ad essere quello che era». L’assessore regionale Sebastiano Leo, dopo aver precisato che la tematica degli asili nido non rientra nella sua delega, ha comunicato di aver «già sollecitato il Comune di Taranto dopo la necessaria chiusura delle struttura, a procedere con urgenza ai lavori di consolidamento. Questi ultimi dovrebbero essere completati – secondo quanto riferito dal Comune di Taranto – entro 2-3 mesi».

L’assessore si è impegnato a seguire l’evoluzione dello stato dei lavori. Lunedì scorso, l’assessore ai Lavori Pubblici, Lucio Lonoce, ha illustrato l’iter che porterà alla realizzazione degli interventi all’asilo Del Vasto. Sabato, invece, i genitori del Comitato “Io amo gli asili nido di Taranto” hanno tenuto un sit-in davanti ai cancelli della struttura per ribadire: «Questa sede appartiere da sempre all’infanzia di Taranto: ridatecela». Sono trascorsi più di tre mesi da quando il sindaco ha firmato l’ordinanza di chiusura Del Vasto per permettere la realizzazione di lavori utili a scongiurare il rischio crolli.

«Dopo aver intercettato i fondi necessari ad effettuare gli interventi abbiamo potuto effettuare la gara d’appalto – ha spiegato Lonoce. Ora l’iter di aggiudicazione è completo, a breve partiranno le ultime verifiche sulla documentazione presentata dall’impresa vincitrice. Insomma, ci sono dei tempi tecnici da rispettare. I lavori, in ogni caso, dureranno 90 giorni. Vorrei ribadire che è interesse dell’Amministrazione comunale riaprire la struttura Del Vasto ma per farlo bisogna garantire la massima sicurezza».

Nel frattempo, i bambini dell’asilo Del Vasto sono ospitati nei locali dell’istituto Santa Teresa, in via Anfiteatro. Ad avvalorare la tesi della chiusura prolungata della struttura della Città Vecchia, c’è anche una determina della direzione Patrimonio – Gestione Locazione locali di proprietà comunale (n. 55 del 19 gennaio) con la quale il Comune ha stanziato i fondi per il canone di locazione dell’istituto Santa Teresa. Il dirigente, quindi, ha deciso di «prendere in locazione per 6 mesi i locali messi a disposizione dall’istituto per ospitare le attività dell’asilo nido Del Vasto», tempo ritenuto «sufficiente per la messa a norma della struttura asilare».