x

x

Monopattini elettrici, polemiche in Regione

Il caso
Monopattino

“Prevedere la copertura assicurativa per l’uso dei monopattini a propulsione elettrica è sempre più urgente e doveroso. L’approvazione quasi unanime della mia proposta di legge al Parlamento va nella direzione giusta per colmare una lacuna legislativa e tiene conto del rischio reale che può derivare ai conducenti e ai pedoni dall’utilizzo dei mezzi della nuova micro -mobilità urbana. La stipulazione della polizza per responsabilità civile verso terzi è un atto di civiltà e uno strumento di giustizia e di equità. Sono molto felice che la mia iniziativa, in base alla quale è previsto anche l’obbligo di indossare sempre idoneo casco protettivo quando si guida un monopattino, abbia trovato il sostegno di 36 colleghi su 38. Le leggi devono prendere atto della realtà e disciplinare quelle situazioni che in passato non potevano essere previste e che al momento, pur essendo quotidianamente all’ordine del giorno, sono prive di previsione normativa. Mettendo al primo posto la sicurezza e l’interesse dei cittadini”. A dichiararlo è Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia e parlamentare eletto alla Camera dei Deputati.

“È inaccettabile che i consiglieri di maggioranza del M5s vadano contro quanto fatto dal Movimento 5 Stelle in Parlamento e nelle altre Regioni, votando a favore della proposta di legge presentata dal consigliere Bellomo per limitare l’uso dei monopattini elettrici, solo perché la stessa proposta aveva il parere favorevole del governo regionale. In questo modo si va contro i principi del Movimento 5 Stelle, che da sempre si batte per la mobilità sostenibile, al solo fine di adeguarsi a quello che dice la maggioranza. L’unica a battersi per i nostri valori resto io, che ho votato convintamente contro la pdl come ha fatto il M5s in Parlamento e in Regione Lombardia” è quanto dice invece la consigliera del M5s Antonella Laricchia a margine della votazione con cui il consiglio regionale ha approvato la proposta di legge al Parlamento con cui si introducono l’obbligo generalizzato di stipulazione della polizza per responsabilità civile verso terzi e l’estensione a tutti i conducenti dei monopattini elettrici dell’obbligo di indossare idoneo casco protettivo.

“Il M5s in Lombardia – continua Laricchia – ha votato contro questa proposta di legge, con il capogruppo Nicola Di Marco che ha definito ‘una battaglia ideologica lo stucchevole tentativo di mettere una bandierina politica contro un mezzo di trasporto sostenibile, reo di essere stato introdotto in Italia dal Movimento Cinque Stelle’. In sede di esame di questa proposta alla Camera, è intervenuto in Commissione Trasporti il nostro Diego De Lorenzis che ha sottolineato che le regole per i monopattini già esistono e che la proposta ‘tenta di porre limitazioni più restrittive, sulla base della presunzione di un’intrinseca insicurezza del mezzo: in realtà il problema è la generale mancanza di sicurezza sulle nostre strade causata soprattutto dagli automobilisti, che guidano veicoli più veloci e più pesanti, con il rischio di criminalizzare gli utenti della strada più vulnerabili’. Non possiamo scoraggiare la mobilità sostenibile, per questo è triste che i colleghi del Movimento 5 Stelle abbiano votato a favore della proposta di legge”.