x

x

Forza posto di blocco, preso dai Carabinieri dopo un folle inseguimento

Sulla strada che collega Crispiano a Montemesola
Posto di blocco dei carabinieri - archivio

Forza posto di blocco, preso dopo folle inseguimento. Nella notte tra giovedì e venerdì, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Massafra, hanno arrestato un quarantaduenne massafrese. Era quasi l’alba quando, nel centro abitato di Crispiano, un equipaggio dell’Aliquota radiomobile ha intimato l’alt ad una Volkswagen bianca, il cui conducente, invece di fermarsi per sottoporsi ai dovuti controlli, ha improvvisamente accelerato proseguendo a forte velocità e imboccando senza esitazione la strada statale che collega Crispiano a Montemesola.

Durante l’inseguimento, il fuggitivo ha seriamente messo in pericolo la sicurezza degli altri automobilisti, percorrendo a grande velocità numerosi incroci, incurante dei semafori rossi e delle segnaletiche di pericolo, fino ad imboccare una strada sterrata senza uscita nel territorio di Grottaglie. Non avendo più via di fuga, ha tentato di dileguarsi, facendo inversione di marcia e puntando l’auto dei Carabinieri, ma i militari sono riusciti a bloccarlo definitivamente. Condotto in caserma per gli accertamenti di rito, il quarantaduenne che comunque era munito di patente, si è subito rifiutato di sottoporsi ai prelievi e ai controlli volti ad appurare l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti. E’ stato quindi denunciato anche per guida sotto l’effetto di sostanze psicotrope. Ferma restando la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, l’uomo è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato sottoposto ai “domiciliari”, in attesa dell’udienza di convalida.