x

x

La Polizia chiude un circolo ricreativo

Cessazione immediata dell’attività
La Questura di Taranto

La Polizia di Stato notifica provvedimento di cessazione immediata dell’attività di un circolo ricreativo. Porta la firma del Questore Massimo Gambino il provvedimento di cessazione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande nei confronti di un circolo ricreativo a Taranto, notificato dalla Divisione di Polizia Amministativa e Sociale al presidente dello stesso.

A seguito di ripetuti controlli effettuati dagli equipaggi della Squadra Volante si è riscontrato che il circolo era frequentato spesso da numerose persone con pregiudizi penali e precedenti di polizia per gravi reati, quali detenzione spaccio e fabbricazione di sostanze stupefacenti, associazione a delinquere, furto, ricettazione, rapina, estorsione, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. A ciò si sono aggiunti i controlli della Squadra Amministrativa della Divisione Pas della Questura i quali hanno rinvenuto all’interno dei locali sei apparecchi da intrattenimento non collegati in rete con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, oltre alla somma di quasi duemila euro rinvenuta all’interno degli stessi e ritenuta provento dell’attività illecita. Inoltre, gli agenti della Squadra Amministrativa hanno accertato che nel circolo erano installati apparecchi da gioco senza la necessaria autorizzazione rilasciata dalla autorità.

Il Questore di Taranto ha ritenuto necessario intervenire con un provvedimento di cessazione dell’attività del circolo perché il protrarsi di tale situazione rappresentava grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.