x

x

Buonasera

Candidature: la Baldassari chiama società civile e politica

Indicata finora come possibile candidato del centrodestra, Stefania Baldassari, direttrice del carcere, esce allo scoperto. Con una dichiarazione piuttosto articolata spiega di voler mettere il suo impegno al servizio della città e chiama a raccolta società civile e rappresentanti politici. Ecco il testo integrale della sua dichiarazione.

«Da circa un mese continuo a leggere sui quotidiani locali notizie riguardanti una mia eventuale discesa in campo per l’elezione a sindaco di Taranto quale candidata da taluni schieramenti politici.

Colgo l’occasione per ringraziare quanti di loro “benedicano” e apprezzino con sincerità la mia presenza nell’agone politico che si sta delineando a Taranto in vista delle prossime elezioni, ma io, quale donna delle Istituzioni di questo territorio, metterei a disposizione il mio impegno solo nella certezza che possa tornare utile alla mia città.

A tal proposito mi preme fare una importante precisazione: non attendo nessun nulla osta dal Ministero della Giustizia visto che il mio diritto ad accedere ad incarichi pubblici è sancito dall’articolo 51 della Costituzione Italiana, ma voglio così bene a Taranto che affronterei tutto e di più.

Sono stati così tanti gli attestati di stima e di stimolo a mettermi in gioco che mi sono convinta che potrei fare qualcosa anch’io per questa città.

La società civile, le associazioni (avamposto importante di questi ultimi anni per Taranto), e perché no, anche rappresentanti politici che volessero impegnarsi in una condizione nuova di interpretazione dell’attività politica, sono da me ben accetti.

Tanto evidenti sono le problematiche che coinvolgono Taranto da ritenere di non poter proprio escludere nessuno, piuttosto includere tutti gli attori di questo territorio che spero si facciano avanti nell’ottica di una proficua collaborazione per la redazione di un programma che sia utile, necessario e fattivo.

Vorrei tanto che su questa terra dove sono nata, dove vivono i miei affetti più cari e le mie amicizie fraterne possa tornare a splendere il sole».

Così Eva Degl’Innocenti ha cambiato il MArTA

Se Marta fosse una donna, e non MArTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, si potrebbe dire che lei, Eva, l’ha condotta per mano in un percorso a là Benjamin Button: da signora piacente ma un po’ agée a ragazza stilosa, che sa usare i social, ama il rock e la tecnologia. I sei anni e […]

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]