Pesca illegale di datteri di mare, scatta un’altra denuncia

Non sta conoscendo
sosta, da parte
della Guardia Costiera,
l’attività di contrasto
alla pesca abusiva del
dattero di mare, ritenuta
una vera e propria piaga
del territorio tarantino.

Giovedì sera durante un
controllo dei militari
dall’Ufficio Locale Marittimo
di Maruggio, in una
nota pescheria di Torre
Colimena, nel territorio
di Manduria sono statirinvenuti
e sequestrati
all’interno di una cella
frigo tre chilogrammi
di datteri di mare che
avrebbe potuto fruttare
nel mercato nero fino ai
250 euro.
Dopo il sequestro si è
provveduto alla distruzione
dei datteri di mare
e alla denuncia a piede
libero del titolare dell’esercizio
commerciale.
Ieri invece militari della
Capitaneria di Porto di
Taranto, in collaborazione
con i carabinieri del
Nas di Taranto durante
un controllo eseguito
all’interno di un esercizio
commerciale, situato nella
Città Vecchia posto sotto
sequestro circa un quintale e mezzo di prodotto ittico
di vari genere.

E’ stato rinvenuto all’interno
di due frigo congelatore
all’origine freschi e
sottoposti arbitrariamente
a processi di congelazione
con modalità e mezzi non idonei e non autorizzati,
oltre alla presenza di
alimenti con la data di
scadenza superata da
mesi. E’ stato denunciato
il titolare dell’attività
commerciale.
“Per la pesca del dattero
sono necessarie attrezzature
quali martelli
pneumatici e pinze, il cui
utilizzo danneggia la fauna
e la flora marina che
si forma dove il dattero
trova il proprio alloggio
naturale, al punto che
bisogna attendere decenni
affinché la stessa,
una volta danneggiata,
si possa ripristinare-si
legge in una nota della
Guardia Costiera- per
questo motivo esortiamo
i cittadini a non indugiare
nel segnalare alla locale
Capitaneria di Porto,
sia i punti vendita sia i
ristoranti che propongono
la vendita di datteri
di mare, nonché di sensibilizzare
i consumatori
sul danno ambientale che
causa la pesca del dattero
di mare”.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]