Droga da Scampia, chieste condanne per centinaia di anni di carcere

Droga da Scampia:
chieste le condanne nella
requisitoria del pm, dottor
Alessio Coccioli.

Nell’udienza
del processo “Pontefice”
tenutasi stamattina dinanzi
al gup del tribunale di Lecce
chiesti 20 anni per Ciro Boccasini;
8 anni per Giovanni
Brancato; 8 anni per Franco
Caianello; 10 anni per Agostino
Cardellicchio; 7 anni
e 4 mesi per Angelo Cellamare;
8 anni per Alessandro
Chiulli; 8 anni per Valentino
Chiulli; 20 anni per Leonardo
Ciaccia; 10 anni per
Massimiliano Cocciolo; 6
anni per Antonio Cosa; 20
anni per Pasquale De Leonardo;
6 anni e 8 mesi per
Cosimo De Pane; 4 anni per
Valter De Pasquale; 10 anni
per Assunta Edma Esposito;
10 anni per Angelo Fago; 4
anni per Arcangelo Fago; 20
anni per Nicola Fago; 6 anni
per Marcello Fagotti; 8 anni
per Angelo Lupoli; 20 anni
per Ivano Lupoli; 20 anni
per Pietro Lupoli; 7 anni e
4 mesi per Pietro Magnati;
20 anni per Egidio Masella;
8 anni per Domenico Milella;
8 anni per Cosimo Pavese; 6
anni e 8 mesi per Raffaele
Portacci; 8 anni per Cosimo
Resta; 6 anni e 8 mesi per
Maria Resta; 6 anni e 8 mesi
per Garbita Scarnera.

Nel
collegio di difesa, tra gli altri,
gli avvocati Salvatore Maggio,
Gaetano Vitale, Marino
Galeandro, Patrizia Boccuni
, Pasquale Blasi, Fabio Cervellera,
Massimiliano Scavo e
Giuseppe Leoni.
Nel processo Pontefice trentatrè
dei trentacinque imputati
hanno chiesto il rito
abbreviato.
L’operazione è scattata a
ottobre del 2016 quando i
carabinieri hanno arrestato
18 persone tra Taranto, Bari e Napoli con l’accusa di
associazione finalizzata al
traffico di stupefacenti.
Sgominate tre bande che
facevano base nel quartiere
Paolo VI.

La sostanza stupefacente
veniva acquistata
da persone ritenute vicine
a clan e del quartiere Scampia
di Napoli e del quartiere
Japigia di Bari.
In uno dei rioni dello spaccio,
secondo l’accusa gli
affari erano gestiti da Leonardo
Ciaccia e dal suo
braccio destro Nicola Fago.
La base del gruppo era un
circolo ricreativo dove i
giovani, provenienti anche
dal Brindisino e dalla Basilicata,
andavano ad acquistare
cocaina e marijuana.
Il gruppo poteva contare su
corrieri, staffette, custodi
e cassieri.

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]