​Palazzine ex Iacp tra incuria e degrado​

Palazzine (ex IACP)
in condizioni di degrado, Perrini
interroga assessore regionale politiche
abitative.

Impianti elettrici e idraulici obsoleti,
danneggiati e fuori norma rispetto alle
nuove direttive comunitarie, ascensori
(dove ci sono) malfunzionanti,
ringhiere e corrimano consumati dal
tempo, facciate esterne che perdono
calcinacci.
Le condizioni di degrado delle
palazzine ex Iacp hanno spinto il
consigliere regionale Renato Perrini
a presentare una interrogazione
all’assessore regionale alle Politiche
Abitative.

«Problematiche tecniche, strutturali
e funzionali. Si presentano così le
case popolari (palazzine ex IACP)
circa settemila alloggi tra Taranto
e provincia, molti costruiti alla fine
degli anni ‘70, gestiti oggi dall’Arca
Jonica “Agenzia Regionale per la
Casa e l’Abitare di Taranto”. La
segnalazione – spiega Perrini – mi
è arrivata da alcuni cittadini che
vivono in questi appartamenti e che
sono oggettivamente preoccupati
per la loro incolumità. Inoltre negli
immobili descritti non risulta essere
stato mai effettuato alcun intervento
per l’eliminazione delle barriere architettoniche, sebbene questo sia
un diritto sancito dalla Costituzione
e sebbene la legge n. 13 del 1989
abbia introdotto tre condizioni che
dovrebbero essere rispettate in
qualsiasi edificio privato, quelle dell’accessibilità, dell’adattabilità e
della visitabilità.

A tal proposito ho
depositato un’interrogazione urgente
con la quale chiedo all’Assessore
Regionale con delega alle Politiche
Abitative, Alfonso Pisicchio, di
sapere quale azione abbia posto o
intenda porre in essere, per l’avvio
urgente dei lavori di ristrutturazione
e adeguamento alle normative
comunitarie di sicurezza, come intenda
procedere per l’eliminazione delle
barriere architettoniche nelle palazzine
(ex Iacp) e se verrà predisposto un
progetto di manutenzione ordinaria e
straordinaria tanto sulle componenti
edili quanto su quelle impiantistiche
per la conservazione dello stato di
efficienza degli immobili».

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]