x

x

​Nominati i Consigli di amministrazione di Amiu e Amat​

si è riunita a Palazzo di città l’assemblea dei soci delle aziende partecipate Amiu ed Amat
per la nomina dei nuovi consigli di
amministrazione.

Per il socio unico,
ovvero il Comune, era presente, su
delega espressa del sindaco, l’assessore
al ramo Massimiliano Motolese.

Il nuovo consiglio di amministrazione
dell’Amiu risulta così composto:
Luca Tagliente (presidente), Annalisa
Adamo e Daniele D’Ambrosio
(consiglieri).
Cda nuovo di zecca anche per l’Amat:
Roberto Fazioli (presidente), Giorgia
Gira e Francesco Scaringi (consiglieri).
I due organismi resteranno
in carica sino all’approvazione del
bilancio 2019.

«Dopo un’attenta analisi dei curricula
inviati al Comune a seguito del bando
pubblico – commenta il sindaco
Rinaldo Melucci – la scelta è caduta
su figure professionali di alto profilo.
Sono sicuro che le persone individuate
sapranno guidare le nostre due società
in modo profittevole e in maniera
che le aziende sappiano rispondere
sempre meglio alle esigenze crescenti
dei cittadini. Subito tutti al lavoro sul
programma di riordino radicale e di
rebranding che l’amministrazione ha
pensato per le società partecipate».

Anche l’assessore comunale alle
Partecipate, Massimiliano Motolese
esprime «grande soddisfazione per
la qualità dei professionisti, e dei due
consigli di amministrazione, messi
alla guida di Amiu ed Amat ai quali
– aggiunge l’assessore – l’azionista ha
dato mandato di impegnarsi a fondo
per la soluzione dei tanti problemi che
ancora attanagliano i settori dei rifiuti
e della mobilità. Sono anche certo
che i nuovi cda sapranno mettersi
in relazione proficua con i rispettivi
management aziendali per trarre il
meglio dagli uomini che ci lavorano a
beneficio della collettività tarantina».

Il Comune ha anche fornito i curricula dei due nuovi presidenti.
Luca Tagliente, siede nel direttivo
nazionale di Utilitalia (Utilitalia è la
Federazione che riunisce le Aziende
operanti nei servizi pubblici dell’Acqua,
dell’Ambiente, dell’Energia
Elettrica e del Gas, rappresentandole
presso le Istituzioni nazionali ed europee)
Consulente tecnico di numerose
aziende che operano in campo industriale.

Consulente di diverse Procure
della Repubblica con incarichi di
livello nazionale. Ha lavorato per
grosse multinazionali operanti nel
settore industriale ed in particolare
nel settore dell’incenerimento dei
rifiuti. Componente del Technical
Working Group (TWG) al Cewep
Confederation of European Wasteto-Energy
Plants per la revisione del
Bref WI – Bruxelles.
Roberto Fazioli, docente di economia
delle Public Utilities nell’Università di
Ferrara, di provenienza istituzionale.
Ha avuto incarichi, tra l’altro, in Enea,
Ministero dell’Industria, Ministero
del Tesoro, Ministero dell’Ambiente,
direttore generale del Comune di Bologna
ed ha amministrato 22 società
con partecipazione pubblica, tra cui
SoEnergy e AIM di Vicenza.