x

x

Buonasera

Fornaro: «Un piano per rilanciare la mitilicoltura»

«In questi giorni ho incontrato molti operatori che si occupano di mitilicoltura nel Tarantino. Negli ultimi anni a causa dell’emergenza ambientale hanno subìto un ingiusto e grave danno economico e di immagine. E’ di fondamentale importanza ridefinire la strategia ambientale e lanciare un piano di rilancio del settore mitilicolo».

Così Stefania Fornaro, candidata per il centrodestra alla Camera nel collegio uninominale Puglia 10, interviene sul tema della mitilicoltura dopo aver incontrato gli operatori del settore.

«La mitilicoltura – sottolinea l’esponente del centrodestra – è una delle eccellenze del nostro territorio, una filiera che non solo produce economia per intere famiglie ma è anche un simbolo di Taranto e della sua cultura marinara da circa mille anni. Dopo anni di studio del problema dell’inquinamento industriale bisogna passare a una fase di intervento. Se sarò eletta solleciterò il ministero per l’Ambiente affinché ridefinisca il perimetro dell’area Sin, sito di interesse industriale, in modo da concentrare le bonifiche dove necessario. Con un intervento legislativo ben preciso va in sostanza circoscritta l’area di mare dove non si può coltivare le cozze così che tutti gli altri specchi di mare siano liberi da sospetti e cattiva immagine».

«Quello della cozza tarantina – insiste Stefania Fornaro – è un marchio di eccellenza che è stato ingiustamente ed eccessivamente danneggiato e mortificato dai problemi dell’inquinamento e che merita oggi il massimo impegno per un rilancio necessario e possibile. La cozza tarantina può diventare un marchio di qualità, prova ne sia che c’è chi ha provato a spacciare per tarantine cozze che non lo erano, ma non si può promuovere un marchio di qualità se è realizzato in un sito dove è in corso una bonifica da inquinamento industriale. Solo qui le cozze crescono così gustose e buone per le caratteristiche particolari conferite dalle correnti di acqua dolce sottomarine. Voglio inoltre impegnarmi per sollecitare misure dedicate al comparto ittico e all’acquacoltura, in modo da favorire anche investimenti su nuove tecnologie per gli allevamenti. Taranto non può perdere il suo oro nero».

Intermite ringrazia la direttrice del MArTa

«Una figura di cui siamo orgogliosi, una donna competente, determinata, sensibile ai temi culturali e ai rapporti umani in una società particolare come quella jonica, nei confronti della quale non posso che esprimere, come presidente di CasaImpresa Taranto, gratitudine». Così Francesca Intermite di Eva Degl’Innocenti, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto che, dopo oltre […]

Caso scrutatori, esposto al prefetto

C’è un esposto al prefetto sul caso degli scrutatori nominati per le elezioni comunali del 12 giugno. A presentarlo è statao Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, che fa parte della coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Rinaldo Melucci. Tutto ruota intorno alla designazione degli scrutatori fatta da consiglieri comunali rimasti in […]

Prende a calci la compagna, arrestato

E’ stato arrestato dopo aver malmenato, per l’ennesima volta, la compagna, I poliziotti della Sezione Volanti sono intervenuti nella tarda mattinata di mercoledì in un appartamento del centro cittadino dopo che una donna, chiedendo aiuto agli agenti della sala operativa, aveva riferito di essere stata aggredita dal compagno con il quale è in fase di […]

Accusate di truffa all’Asl, prosciolte due dipendenti

Sono state prosciolte due dipendenti accusate di truffa ai danni dell’Asl di Taranto. Il gup del Tribunale di Taranto, Pompeo Carriere, ha emesso sentenza di proscioglimento a conclusione dell’udienza preliminare. Il pubblico ministero Maria Grazia Anastasia aveva chiesto il rinvio a giudizio. Le imputate, di 62 e di 57 anni, una funzionario amministrativo, l’altra fisioterapista […]