x

x

Armi, munizioni e droga: un arresto

In azione gli uomini del Commissariato di Manduria e la Squadra Mobile
Le armi sequestrate dalla polizia

Prosegue l’attività di contrasto e controllo disposta dal Questore di Taranto Massimo Gambino nell’area nord – orientale della provincia jonica.

Dopo il periodo estivo in cui con un’apposita progettualità sono stati intensificati i controlli anche nelle zone marine di quel territorio con il concorso degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, più recentemente sono state avviate attività di contrasto con personale della Squadra Mobile e del Commissariato di Manduria.

In tale contesto, nei giorni scorsi, il personale del Commissariato ha arrestato un 52enne perché presunto responsabile del reato di ricettazione, detenzione illegale di armi lunghe e corte e munizionamenti vari.

In particolare il 52enne deteneva illegalmente un fucile semiautomatico con la canna tagliata (già denunciato in precedenza come oggetto di furto), una pistola cal. 7,65, una pistola cal. 9 x 21 con matricola non visibile. Trasmessi gli atti alla Procura della Repubblica di Taranto, l’uomo è stato tratto in arresto.

Nell’ambito degli stessi servizi, venerdì 25 novembre – in un’area ad alta densità popolativa di Manduria, il personale della Sezione antidroga ed i Falchi della Squadra Mobile hanno effettuato numerose perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi e di sostanze stupefacenti.

All’interno di un’abitazione, costituita da un garage e due unità, i poliziotti hanno rinvenuto quasi 100 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, il materiale di confezionamento e la somma di quasi 1.000 euro, possibile provento dell’attività di spaccio.

Inoltre, nascoste nel cassone della tapparella, sono state trovate una Beretta mod. 85 auto, cal. 6 con matricola brasa da punzonatura, una Beretta mod. 35 Gardone V.T., cal. 7.65, con matricola brasa da smerigiliatura, n. 2 munizioni cal. 7.65 e n. 2 bossoli esplosi cal. 7.65.

Trasmessi gli atti alla Procura della Repubblica di Taranto, il 31enne è stato tratto in arresto perché presunto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi clandestine ed è stato condotto presso la Casa Circondariale.