x

x

Sotto il materasso nascondeva una mitragliatrice Skorpion

In azione gli uomini della Squadra Mobile
Mitraglietta e droga sequestrate dalla polizia

Nel corso della perquisizione in un’unità abitativa nell’area di Manduria, i poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato un 22enne, agli arresti domiciliari, perché presunto responsabile di detenzione ai fini di spaccio.

Sono stati rinvenuti circa 40 grammi di sostanza stupefacente tra marijuana ed hashish, un bilancino di precisione, due fogli di carta riportanti nomi e cifre verosimilmente riferite a creditori dell’attività di spaccio, nonché la somma di 30 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, presunto provento dell’illecita attività.

Nell’abitazione, sono state trovate altresì due banconote da 50 euro, palesemente falsificate. Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria per la convalida, il 22enne è stato condotto nella locale Casa Circondariale.

Altro importante risultato dell’attività di venerdì è stata la denuncia di un 19enne perché presunto responsabile del reato di detenzione abusiva di armi.

In particolare, all’interno di un terratetto dell’area di Manduria, che apparentemente era chiuso e disabitato, i poliziotti sono riusciti ad accedervi attraverso l’ausilio dei Vigili del Fuoco ed hanno constatato che i locali al piano terra, pur privi di arredi, erano puliti ed ordinati.

Al primo piano, invece, le stanze erano arredate ed, in particolare, vi era una piccola camera da letto, una poltrona ed alcune vestaglie da notte appese all’attaccapanni. Tra l’altro, la presenza nel bagno di tre spazzolini usati di recente e di rifiuti alimentari non in decomposizione poteva essere la dimostrazione che l’appartamento fosse in realtà abitato.

Al termine della perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto, sotto il materasso, una pisola modello Skorpion mitragliatrice, cal. 7.65 Browing, contenente un caricatore bifilare con 9 cartucce inesplose cal. 7.65.

Da informazioni assunte e da altri elementi rinvenuti nell’appartamento, si può ritenere che l’arma rientri nella disponibilità del 19enne che è stato denunciato perché presunto responsabile del reato di detenzione illegale.

Nella stessa area interessata dai controlli della Squadra mobile, i poliziotti hanno rinvenuto altresì due pistole finte di tappo rosso.