x

x

Patto rinnovato con Smile onlus

Ospedale Militare di Taranto
Ospedale militare di Taranto

La Marina Militare e Smile House Fondazione Onlus hanno rinnovato l’accordo di collaborazione nell’ambito di “Un mare di sorrisi”. Il progetto ha come scopo quello di gestire congiuntamente e implementare, nel Centro ospedaliero militare di Taranto, un percorso diagnostico-terapeutico multidisciplinare, per l’assistenza multi specialistica di pazienti affetti da labiopalatoschisi, ovvero una malformazione che si presenta con un’interruzione del labbro superiore, della gengiva e del palato.

A firmare il protocollo d’intesa sono stati il Capo di Stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Enrico Credendino, ed il vicepresidente della Smile House Fondazione Onlus, Domenico Scopelliti. Si punta come accennato a trattare le malformazioni e svolgere attività di ricerca scientifica sulle nuove tecnologie, sui protocolli chirurgici nonché sulle cause e sulla genetica delle stesse malformazioni. Nata nel 2000, la Smile House Fondazione Onlus dal 2008 ha operato, in stretta collaborazione con il ministero della Salute, per creare un modello assistenziale di rete in grado di seguire i pazienti affetti da malformazioni del volto, dall’insorgenza della patologia fino al termine del loro sviluppo psico-fisico, fornendo inoltre il giusto supporto alle loro famiglie.

«Cercheremo di coinvolgere la Regione Puglia nel progetto assistenziale in modo che questo diventi un centro d’eccellenza per tutti coloro che nascono con malformazioni del volto» ha detto Scopelliti per Smile House. Da parte sua l’ammiraglio Credendino ha ricordato che questa collaborazione «risale a molti anni fa: ci abbiamo creduto e fa parte di tutte le attività della Marina a favore del sociale. Il centro ospedaliero sta crescendo, diventerà il polo chirurgico della Marina Militare, un vero e proprio punto di eccellenza della sanità militare italiana e della Marina in particolare».