x

x

Sabato sera la “charternight” del Lions Taranto Aragonese

Alla presenza del governatore pugliese dei Lions, Roberto Mastromattei
La presidente del Lions Taranto Aragonese Francesca Donnaloia e Giuseppe Mazzarino

“Festa di compleanno”, questa sera, alla presenza del governatore pugliese dei Lions, Roberto Mastromattei, e del primo vicegovernatore Leonardo Potenza, per il Lions club Taranto Aragonese, un club service caratterizzato fin dalla sua nascita da un forte rapporto col mondo giovanile, anche per la presenza fra i suoi fondatori di già presidenti e soci dello storico Leo club Taranto, sodalizio giovanile patrocinato dai Lions, fondato nell’aprile 1978, primo in Puglia e nell’intero distretto Lions dell’epoca, che si stendeva sulle Regioni con affaccio sull’Adriatico, da Leuca alle foci del Po.

Un rapporto sempre più forte, tanto che la maggior parte delle presidenze dell’Aragonese è stata ricoperta. dal 1998 della fondazione ad oggi, da già Leo, ed ancora oggi una forte quota dei soci dell’Aragonese proviene proprio dal Leo. Non solo: nel giugno 2019 l’Aragonese ha patrocinato la nascita del primo Leo club liceale della Puglia, uno dei pochissimi in Italia, creato in collaborazione col prestigioso liceo scientifico Battaglini di Taranto (consigliere scolastico del Leo Aragonese ha scelto di essere in prima persona la dirigente scolastica Patrizia Arzeni); attuale presidente del Leo Aragonese è Federico De Martinis. E tutte le iniziative dell’Aragonese sono svolte in collaborazione col Leo (così come, molto spesso, con altri club, Lions e no: l’Aragonese infatti fu tra i più convinti promotori, nel 2013/14, di quel coordinamento fra club service ed associazioni di servizio di Taranto che vede oggi partecipare una ventina di sodalizi afferenti a 14 associazioni internazionali o nazionali di club).

Per il secondo anno sociale consecutivo (come già nel biennio precedente con Angela Matera) alla presidenza dell’Aragonese c’è Francesca Donnaloia, che illustrerà questa sera le numerose attività già svolte; quasi tutte svolte all’insegna dello stare insieme (finalmente possibile) e del non prendersi troppo sul serio, ma realizzando iniziative di solidarietà sociale molto serie. Dall’inizio dell’anno sociale, il 1° luglio, per esempio, sono stati raccolti oltre 8mila euro per iniziative come lo “zaino sospeso” (fortemente incoraggiata dal distretto Lions della Puglia), mirante alla fornitura di materiali scolastici (da penne e quaderni ed altro materiale di cancelleria agli zainetti alle tavolette grafiche per i più grandi che frequentano una scuola di design e cinema di animazione in Città Vecchia) per bambini di famiglie in stato disagiato nonché per la raccolta fondi della zona che riunisce tutti i club Lions e Leo della città di Taranto finalizzati all’acquisto di un cane guida per ciechi.

E ancora, grande attenzione ai problemi connessi ai tumori infantili: dalla donazione di materiale scolastico ai bambini ricoverati nel reparto oncologico pediatrico alla donazione di fondi al reparto oncologico stesso, in un’ottica di sussidiarietà che vede i Lions presenti dove c’è un bisogno, in un’ottica “glocal”, ovvero globale e locale. Non sono stati trascurati, infatti gli impegni internazionali: dai contributi alla Lcif, la Fondazione del Lions International, sempre pronta ad interventi d’urgenza in tutto il mondo in caso di calamità ma che finanzia anche progetti di solidarietà sociale a medio e lungo periodo in tutto il pianeta, al tradizionale sostegno al Centro caritativo San Giuseppe di Addis Abeba (Etiopia). Fra altre attività, nel campo della prevenzione e tutela della salute la donazione di un defibrillatore a Marina di Chiatona e le conferenze, per pubblico scolastico e no, sulla prevenzione dei tumori giovanili (progetto Martina; la più recente nell’istituto alberghiero Elsa Morante di Crispiano), oltre a quelle già programmate, nel liceo Battaglini, sulla corretta alimentazione ed i corretti stili di vita. In interclub col Lions Fasano Host ed altri club, partecipazione al meeting su “Long Covid e patologie cardiopolmonari”.

E poi partecipazione alla raccolta di occhiali usati; al banco alimentare ed a quello farmaceutico. In occasione della giornata contro la violenza sulle donne è stata organizzata la rappresentazione di “Eva non è ancora nata”, narrazione e musica di e con il magistrato leccese Cosentino e la partecipazione della socia Beatrice Maranò; in occasione del Convegno internazionale di studi sulla Magna Grecia sono stati sottoscritti, dal club e da un singolo socio, assegni di studio per consentire a giovani studenti e studiosi di partecipare di persona, a Taranto, ai lavori del prestigioso, storico convegno. Con altri sodalizi aderenti al Coordinamento fra i club service di Taranto (la cui segreteria organizzativa è curata dalla socia Angela Matera), partecipazione alla serata “Oltre i limiti – meravigliosa…mente” dedicata a sport e disabilità, con Francesco Manfedi ed atleti paralimpici e vendita del libro di Manfredi per contribuire al finanziamento della onlus Fattoria Amici Dante Torraco – Anffas, coi ragazzi del Leo Aragonese che hanno venduto i libri con un ricavo netto di 500 euro. E proprio per questa sera si annuncia una ennesima, innovativa iniziativa riservata ai giovanissimi.