x

x

Treni storici, Borraccino: «Mobilità lenta e sostenibile per apprezzare paesaggi unici e irripetibili»

L'incontro in Regione
L'incontro in Regione sui Treni storici

«Si è svolta una riunione tecnica sui Treni Storici in Puglia presso gli Uffici della Regione alla presenza dell’Assessora ai trasporti Anita Maurodinoia, del Consigliere del Presidente Emiliano, Cosimo Borraccino, dei tecnici Ing. Giuseppe Macchia e Ing. Roberto Laghezza della R.F.I -Rete Ferroviaria Italiana. Inoltre, hanno preso parte all’incontro, il  Presidente della Commissione Ambiente di Taranto, Paolo Castronovi e il Prof. Salvatore Marzo, dell’associazione “Taras 300″».

A parlarne è Cosimo Borraccino, Consigliere del Presidente della Regione Puglia per lo Sviluppo di Taranto.

«Si è discusso – prosegue Borraccino – dell’utilizzo della tratta storica dell’anello ferroviario di 15 km che circonda il Mar Piccolo, un percorso  ferroviario che dalla stazione Nasisi arriva sino all’Arsenale Militare Marittimo di Taranto, passando per l’ex 65^ Deposito Territoriale dell’Aeronautica Militare. La riunione si è svolta in un clima di grande positività e di ampia collaborazione.

Al termine dell’incontro si è deciso di procedere con un aggiornamento delle tematiche affrontate -da realizzarsi nel mese di gennaio- incentrato sugli approfondimenti da effettuare sulla proprietà di un tratto della rete ferroviaria della Circummarpiccolo che non rientra nelle competenze della R.F.I.

In particolare, sara’ chiesto l’impegno del Comune di Taranto di verificare se quelle aree che attualmente fanno parte del demanio militare possono rientrare nella disponibilità del Comune capoluogo di Terra jonica. Inoltre, i lavori hanno previsto il futuro coinvolgimento dei gestori delle reti storiche, sia a livello nazionale che a livello locale, per arricchire la fattibilità del progetto, secondo quanto previsto dalla legge n.128 del 2017 che regolamenta le tratte ferroviarie storiche.

In tale contesto, si discutera’ anche delle modalità di gestione delle reti storiche da implementare per l’utilizzo dell’ex ferrovia della Circummarpiccolo, la quale  potrebbe connettersi con quelle tratte commerciali che si collegano a Martina Franca, come a Grottaglie, per raggiungere Manduria, fino al Salento».

Il progetto giudicato positivamente dall’Assessore Maurodinoia e dai due ingegneri Roberto Macchia e Roberto Laghezza, ha riscosso  grande soddisfazione da parte di  Cosimo Borraccino. Lo stesso Borraccino si è «impegnato ad intensificare la sua interlocuzione con il Presidente Emiliano per cercare di realizzare questo importante progetto capace di  valorizzare i nostri territori attraverso l’utilizzo dello “slow tour”, ossia della mobilità lenta e sostenibile, capace di far apprezzare la storia, la cultura e i paesaggi, unici e irripetibili, del cuore del Mediterraneo».