x

x

Buonasera

Caso Ilva, «Pensiamo al futuro di 13.700 famiglie»

«Sembra esserci la volontà di rendere ancora più difficile, una
strada che pareva essere già tracciata da mesi».

Queste le parole di Antonio Surgo,
responsabile del Movimento Europeo Socialista di Taranto, che commenta la
missiva inviata da Emiliano a Di Maio.
«È giusto che si chiarisca eventuale zona d’ombra – dichiara Surgo – ma Emiliano
afferma che l’offerta della cordata concorrente Acciaitalia, ormai sciolta, fosse la
migliore, anche in virtù della “decarbonizzazione” promossa dall’ormai defunta
alleanza tra Arvedi, Leonardo Del Vecchio e l’indiana Jindal. Un progetto che
avrebbe cambiato l’assetto produttivo dell’Ilva, un ridimensionamento con un
forte impatto occupazionale».
«Nei giorni scorsi il pericolo chiusura è stato scongiurato, Di Maio aveva
centrato la questione chiedendo certezze sia dal punto di vista ambientale che
occupazionale».

L’azione congiunta dei sindacati, sempre secondo Surgo, in questa
fase è fondamentale: «Bisogna tenere alta la tensione sul futuro delle 13.700
famiglie degli operai del Gruppo Ilva, senza contare le ditte serie dell’indotto.
La Uilm e il suo segretario generale Rocco Palombella stanno chiedendo a gran
voce garanzie su tutti i fronti».
Critiche, infine, al governo oprecendente per «non aver concluso un accordo
che sembrava ormai scritto. Calenda e Bellanova hanno lasciato in sospeso una
situazione fin troppo delicata». Ad ArcelorMittal, Surgo riconosce la serietà per
affrontare questioni come occupazione e ambientalizzazione.

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]