​«Stesso impegno per Moscati e S. Marco»​

“Impegniamoci per Moscati e San Marco così come abbiamo fatto con l’ospedale di Castellaneta”. L’appello è del consigliere regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Renato Perrini.“Ci sta che il presidente Emiliano venga a tagliare i nastri e a prendersi gli applausi all’ospedale di Castellaneta, poco importa che all’inizio praticamente ero stato lasciato solo in questa battaglia, oggi vinta, perché ci fosse un’oncologia di eccellenza- dice Perrini- poi con il tempo Emiliano ed altri hanno cambiato idea (e meno male!), e abbiamo tutti insieme realizzato per la Sanità del territorio qualcosa di davvero importante.

Ora, per favore, chiedo di non essere lasciato solo e di impegnarci tutti anche per la riapertura dei Pronti Soccorsi del Moscati e il San Marco di Grottaglie , faccio appello in primis ai sindaci, agli esponenti politici del territorio nella convinzione che se fossi lasciato solo in questa battaglia non sarebbe possibile vincerla.Poi, è chiaro al presidente Emiliano- conlcude il consigliere regionale Direzione Italia/Noi con l’Italia- faremo tagliare il nastro e gli faremo prendere tutti gli applausi”. Sulla sanità jonica interviene anche il consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali, Mino Borraccino. “Questa mattina con una PEC inviata al presidente Emiliano e al direttore Ruscitti, ho sollecitato una risposta alla mia interrogazione di maggio scorso in merito al concorso OSS per 16 posti indetto
dalla Asl Taranto- scrive- ho evidenziato come ai soggetti
collocati nelle prime posizioni in graduatoria non siano
state proposte tutte le sedi lavorative disponibili all’inizio
della intera procedura. Mentre tali sedi, poi, sono state
proposte solo in un secondo momento ad assunti collocati
successivamente in graduatoria.

Nell’ambito della stessa
procedura di reclutamento, sono state segnalate mobilità
di personale dopo pochi giorni dalla assegnazione della
sede lavorativa, senza che la stessa possibilità sia stata
garantita al personale che ne aveva fatto richiesta, collocato
magari anche in posizione più favorevole nella graduatoria
concorsuale. Quanto accaduto, ha generato una diffusa
percezione di scarsa trasparenza e imparzialità negli atti
adottati dall’amministrazione sanitaria e nelle procedure
poste in essere. Sotto altro profilo, nella medesima interrogazione
è stato segnalato come le assunzioni di personale
infermieristico a tempo determinato siano avvenute per
chiamata diretta, al di fuori di ogni graduatoria e di ogni
criterio meritocratico, senza che la Asl Taranto abbia
provveduto, negli ultimi due anni, a bandire una nuova
procedura concorsuale per soli titoli finalizzata a redigere
una graduatoria dalla quale poter attingere per il conferimento
di incarichi a tempo determinato”.

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]