​Condannato per armi e droga, ottiene gli arresti domiciliari​

Condannato per armi e droga ottiene
i “domiciliari”.
Si tratta di Antonino Fodi il quale è tornato a casa
dopo l’istanza presentata in Corte d’Appello
dall’avvocato Luigi Danucci.

I giudici di secondo grado hanno accolto la richiesta
del difensore dell’imputato che era stato
condannato in primo grado alla pena di quattro
anni di reclusione per la detenzione di 300 grammi
di eroina pura, pronta per lo smercio, e per la
detenzione illegale di una pistola calibro 9×21.
Durante un operazione dei carabinieri del Nucleo
investigativo l’arresto del quarantunenne Antonino
Fodi. I militari in borghese del comando provinciale
avevano pianificato servizi di appostamento e
di pedinamento per far cadere in trappola l’uomo.

Gli investigatori dopo aver accertato che il 41enne
aveva la disponibilità di un locale situato nella
Città Vecchia e sospettando che esercitasse una
attività illecita, con l’ausilio del Nucleo antidroga
di Modugno avevano eseguito una perquisizione
domiciliare che non aveva tardato a dare i suoi
frutti.
Durante l’operazione avevano rinvenuto tre confezioni
in cellophane contenenti 306 grammi di
eroina e una pistola scacciacani semiautomatica
completa di caricatore, priva di matricola, modificata
e quindi capace di sparare proiettili veri.
L’arma è stata poi inviata al Ris per essere sottoposta
ad accertamenti, balistici, dattiloscopici
e biologici, finalizzati a verificare se sia stata utilizzata in recenti episodi criminosi.

L’udienza
per la discussione dell’Appello è stata fissata per
il 28 novembre prossimo.
Intanto si è concluso con una sentenza di assoluzione
il giudizio a carico di un uomo che l’anno
scorso era stato arrestato per evasione dai domiciliari
quando era imputato per lesioni personali
con l’uso di arma da fuoco.
Il Tribunale di Taranto lo ha assolto accogliendo
la richiesta dell’avvocato Giuseppe Carella.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]