x

x

Buonasera

La Biennale della Prossimità dialoga con la Città Vecchia

Continua il percorso per organizzare la Biennale della
Prossimità 2019, la manifestazione nazionale che, dal 16 al 19 maggio prossimi,
si terrà nel Centro storico di Taranto, la prima nel Meridione dopo le due
edizioni di Genova e Bologna. È un grande evento partecipato che, da tutta
Italia, vedrà giungere a Taranto operatori ed esperti per condividere le loro
esperienze di prossimità: dai gruppi di acquisto ai comitati di cittadini che
si prendono cura del territorio, dalle esperienze di cohousing ai supermercati
solidali.

Epicentro della Biennale della Prossimità 2019 sarà la Città Vecchia
di Taranto che, per quattro giorni, sarà vissuta e “respirata” dalle centinaia
di persone che arriveranno per partecipare e condividere il programma della
manifestazione. Questa, infatti, non è una “vetrina” in cui promuovere le
proprie attività, ma vuole essere un momento di confronto con workshop, corner
tematici, giochi e racconti di esperienze; sono tutte iniziative proposte da
associazioni e organismi, pubblici e privati, per farlo c’è tempo fino al 31
marzo prossimo (info http://prossimita.net/). Una delegazione del Comitato
Locale organizzativo della Biennale della Prossimità ha incontrato, presso
l’Arcivescovado di Taranto, operatori culturali e sociali del Centro storico
per presentare la manifestazione e condividerne il percorso.

Tutti hanno
espresso soddisfazione per questa importante manifestazione nazionale che a
maggio accenderà i riflettori sulla Città Vecchia; è emerso, soprattutto,
l’auspicio che le iniziative riescano a coinvolgere la popolazione del Centro
storico che, anche nel recente passato, troppo spesso ha invece vissuto
passivamente gli eventi organizzati nell’Isola. Per questo sarà necessario che,
tra i tanti temi della Biennale, vengano affrontati anche quelli più “sentiti”
in Città Vecchia, come la legalità diffusa, o l’assenza di lavoro, o la
valorizzazione e l’innovazione di attività come la mitilicoltura o la pesca. A
fare gli “onori di casa” Monsignor Emanuele Ferro, portavoce dell’Arcidiocesi e
parroco del Duomo Basilica “San Cataldo”, che nell’occasione ha dichiarato
«plaudo innanzitutto al tema di questa Biennale nazionale, ovvero la
Prossimità: “farsi prossimo” è praticamente la cifra unica del cristianesimo,
il rendersi vicino a chi ha più bisogno, come il rendersi “compagni di viaggio”
è proprio la missione cristiana, questo tema è di per sé un ottimo auspicio per
chi crede in questo valore».

«Si auspica soprattutto – ha poi detto il parroco
del Duomo Basilica “San Cataldo” – che in questa occasione venga coinvolta
attivamente la popolazione; questo avviene quando c’è desiderio di “ascoltare”,
comprendere, apprezzare e stimare l’altro: solo così ci può essere un vero
coinvolgimento delle persone». Al termine dell’incontro Daniele Ferrocino,
codirettore nazionale della Biennale della Prossimità, si è detto «felice per
la perfetta sintonia instauratasi subito con i partecipanti, in particolare con
Don Emanuele Ferro, in quanto da sempre la Biennale della Prossimità mira a
coinvolgere e rendere partecipe le persone che ci ospitano per quattro giorni».

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]