x

x

Buonasera

​Omicidio Reale, due condannati e cinque a processo​

Omicidio di Mario
Reale: due condanne e cinque rinvii
a giudizio. Il gup ha condannato,
con il rito abbreviato, a trent’anni
Giovanni Lupoli, ritenuto uno degli esecutori materiali del delitto
e a dieci anni, Nicola Galeanno,
accusato di aver nascosto le armi.

Saranno, invece, processati il prossimo 30 aprile, Pasquale Lippo,
anch’egli ritenuto autore dell’omicidio, Michele Martera , accusato di
aver rubato l’auto utlizzata dai killer, i fratelli Vincenzo e Giuseppe
Scarcia, ritenuti estranei al delitto
ma accusati di aver partecipato ad
una guerra a pistolettate e attentati
contro Lippo e Lupoli. I fratelli
Scarcia sono difesi dall’avvocato
Massimiliano Scavo.
Infine sarà processato anche Angelo Piemonte che risponde di spaccio
di droga. Per l’agguato mortale che,
secondo l’accusa sarebbe maturato
nell’ambito di una guerra tra bande
rivali che si contendevano il predominio nell’attività di spaccio nel
quartiere Paolo VI, nei mesi scorsi
sono state arrestate sette persone.

L’omicidio è avvenuto la sera del 25
maggio del 2016. L’agguato mortale
intorno alle 20, all’interno di un
negozio di detersivi e di prodotti per l’igiene della persona situato
nel quartiere “Tamburi”. Contro
Mario Reale furono esplosi,
con due differenti pistole (una
calibro 7.65 ed una calibro 9),
undici colpi, alcuni dei quali lo
centrarono al torace

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]