x

x

Maneggiare con cura, il commento

Soffiare sul fuoco è esercizio molto pericoloso. Dall’estate 2012, anno in cui è esplosa la vertenza ambientale, di momenti di tensione ce ne sono stati. I più caldi: l’invasione dell’Apecar in Piazza della Vittoria durante il comizio dei segretari di Cgil, Cisl, Uil e quando ci fu un lancio di oggetti ai danni di alcuni parlamentari del Pd nel giorno in cui Matteo Renzi venne ad inaugurare il Museo rimesso a nuovo. Era una piccola ma chiassosa folla di contestatori, guidati da chi su quelle proteste ha costruito le proprie fortune elettorali. Analogo episodio, più recente e questa volta a ruoli invertiti, quando la contestazione di piazza colpì una deputata del M5S. Un episodio di contestazione al sindaco si era registrato invece sotto Palazzo del Governo. Mai, però, si era arrivati allo scontro fisico. Cosa che invece è purtroppo accaduta lunedì 17 giugno in consiglio comunale.

Ora, i bambini del rione Tamburi hanno il diritto assoluto di studiare nel loro quartiere e di poterlo fare in massima sicurezza. E sono pienamente legittime le aspettative dei loro genitori di sapere dove, a settembre, i loro figli andranno a scuola. Far credere loro, però, che ci sia disinteresse o cattiva volontà di risolvere i problemi è una strada rischiosa da percorrere. Lo si è visto appunto con quel che è accaduto in consiglio comunale. La protesta, quando è sorretta dall’esasperazione, è materia che va maneggiata con molta cura. Purtroppo viviamo una situazione maledettamente complicata dalla quale non è semplice uscire. Certo, aiuterebbe forse a distendere gli animi l’istituzione di un canale privilegiato di comunicazione tra istituzioni e famiglie. Taranto non uscirà mai da questa crisi se non ritrovando dialogo e capacità di confronto. Lo scontro, di per sé, è solo una ulteriore forma di esasperazione: non risolve i problemi e lacera gli animi. È di altro che abbiamo bisogno.

Enzo Ferrari
Direttore Responsabile

Anziana fatta a pezzi, fermata la figlia

Era originaria di San Giorgio Jonico, Lucia Cipriano, la 84enne uccisa, fatta a pezzi e messa nella vasca da bagno nella sua abitazione a Melzo, in provincia di Milano. I carabinieri hanno fermato una delle figlie, la 58enne Rosa Fabbiano che è stata interrogata dalla pm Elisa Calandrucci nella caserma dei Carabinieri di Pioltello ma […]

Ecco come sarà il nuovo stadio Erasmo Iacovone di Taranto

È stato presentato stamane, nel corso di una conferenza stampa, il nuovo piano di riqualificazione dello stadio Erasmo Iacovone di Taranto. Numerosi i soggetti coinvolti nel progetto: dallo studio Gau Arena dell’arch. Gino Zavanella, che si è occupato della realizzazione, fino a Elio Sannicandro, direttore generale del Comitato Mediterraneo per l’organizzazione dei XX Giochi del […]

Sparatoria a Tramontone, ferito un 24enne

Raggiunto da almeno due colpi di pistola, un giovane di 24 anni, è stato ferito questa mattina, intorno alle 11 nelle strade del quartiere Tramontone ed esattamente in via Mediterraneo. Il giovane è stato bersagliato da numerosi colpi di pistola esplosi da un uomo a bordo di una moto. Due di questi lo hanno raggiunto […]

Coronavirus, dati in picchiata: in Puglia 1.101 contagi e 6 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 10.145 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.101 casi positivi, così suddivisi: 334 in provincia di Bari, 62 nella provincia BAT, 118 in provincia di Brindisi, 166 in provincia di Foggia, 243 in provincia di Lecce, 164 in provincia di Taranto, 9 […]