x

x

Buonasera

Il ministro Patuanelli: «Presto sarò a Taranto»

«Certamente il dossier Ilva è il più preoccupante. Andrà a breve a Taranto, così come andrò a Trieste dove c’è il piccolo impianto siderurgico dell’ex Ferriera, una piccola Ilva». Intercettato dai giornalisti di Open, il sito di informazione di Enrico Mentana, il nuovo ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli ha indicato nello stabilimento siderurgico di Taranto, oggi sotto le insegne del gruppo ArcelorMittal, la sua maggiore fonte di preoccupazione.

Nel governo ‘Conte 2’, con il Partito Democratico in maggioranza insieme al Movimento Cinquestelle al posto della Lega, Patuanelli eredita il posto che fu di Luigi Di Maio, oggi titolare degli esteri. Anche Patuanelli è comunque un esponente grillino, ed è indicato come vicino all’ex vicepremier ora alla Farnesina. Anzi, per l’agenzia Ansa, Patuanelli – 45 anni, tre figli, laureato in ingegneria e libero professionista, nato a Trieste – è un “fedelissimo” del capo politico pentastellato, ed è facile pensare in una continuità al dicastero di via Veneto arriva Stefano Patuanelli, Capogruppo del MoVimento in Senato, Patuanelli è stato fra i protagonisti della trattativa perchè il governo M5s-Pd arrivasse al traguardo. Le sue quotazioni sono cresciute di giorno in giorno durante il confronto con i delegati del Partito Democratico e, prima della crisi di governo, si era parlato di lui anche per un possibile passaggio di testimone con il ministro Danilo Toninelli al ministero delle Infrastrutture. Patuanelli rappresenta l’area moderata dei 5 Stelle. Nelle sue più recenti dichiarazioni ha sempre difeso il leader Di Maio dalle possibili critiche e, anche sul tema delicato della revoca delle concessioni autostradali, ha usato la diplomazia rinviando il tutto alla mediazione del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Come fa sapere lui stesso sulla sua pagina Facebook, presta particolare attenzione alle opere pubbliche. E a questo proposito, uno dei suoi campi d’azione è proprio quello della sicurezza nei cantieri: “Ho potuto verificare direttamente le enormi problematiche che ancora sussistono”, confessa.

È quindi esperto di appalti e ha già fatto sapere che a suo giudizio il codice, dopo un anno e mezzo di applicazione, mostra “alcune criticità che andranno superate”. Sulla sua scrivania ora c’è il dossier Ilva. “Dai grandi dossier industriali alle politiche energetiche, passando per commercio, artigianato e telecomunicazioni, il lavoro che ci aspetta al ministero dello Sviluppo Economico è enorme” ha scritto su Fb.

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]