Inseguiti dai carabinieri, finiscono con l’auto contro un albero

Inseguiti dai carabinieri, seminano il panico tra automobilisti e pedoni: in due finiscono agli arresti domiciliari.

I militari del Nucleo radiomobile della Compagnia di Manduria, impegnati in un servizio di controllo del territorio, insospettiti della velocità di un’Alfa 147 che avevano incrociato, hanno deciso di sottoporla ad un controllo ma appena hanno intimato l’alt, il conducente dell’auto ha prima tentato di speronare la “gazzella” e poi ha tentato di dileguarsi a forte velocità per le vie del centro di San Marzano.

Ne è scaturito un inseguimento protrattosi per diversi chilometri e che ha avuto termine quando l’autovettura in fuga, tallonata costantemente dalla “gazzella” dei carabinieri, è uscita fuori strada, terminando la corsa contro un albero di ulivo. I due occupanti, un venticinquenne , che si trovava alla guida e un ventiseienne, passeggero, quest’ultimo sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, sono già noti ai militari dell’Arma poiché gravati da numerosi precedenti di polizia. Dopo le perquisizioni che hanno avuto esito negativo, i carabinieri hanno appurato i motivi che hanno spinto i due alla fuga riconducibili alla mancata copertura assicurativa dell’autovettura che è stata immediatamente sottoposta a sequestro. I due fuggitivii, dopo le prime cure ricevute dal personale sanitario del pronto soccorso dell’ospedale “Marianna Giannuzzi” di Manduria, su disposizione del magistrato di turno della Procura di Taranto, sono stati entrambi dichiarati in arresto e accompagnati presso le rispettive abitazione dove dovranno rimanere ai “domiciliari”.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]