x

x

Furti, blitz dei carabinieri: 6 arresti

Raffica di furti: c’è la risposta dei carabinieri. Sei arresti in poche ore.

I militari della stazione di Lizzano, diretti dal maresciallo Casimiro Di Fiore, hanno fermato, per furto di rame, Gaetano Motolese, di 29 anni, Antonio Monaco, di 24, entrambi di Lizzano e Ciro Narducci, 44enne di Taranto.

Nel corso di controlli eseguiti nelle zone periferiche di Lizzano i militari hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi di un traliccio dell’alta tensione di proprietà dell’Enel. Hanno sorpreso il terzetto mentre tagliava cavi elettrici. I tre erano già riusciti a impossessarsi di 700 metri di cavi, per un peso di circa 1300 chili. Motolese, Monaco e Narducci sono finiti agli arresti domiciliari, su disposizione del pm di turno. I danni riportati dall’impianto elettrico hanno causato l’interruzione del servizio di illuminazione in alcune abitazioni situate nella periferia di Lizzano, che è stata subito ripristinato dai tecnici dell’Enel.Altri arresti per furto eseguiti dai carabinieri della stazione di Avetrana, agli ordini del maresciallo Fabrizio Viva.

Sempre la scorsa notte i militari dell’Arma hanno seguito un’autovettura sospetta che si aggirava per le vie del paese, con quattro giovani a bordo.

La macchina è stata bloccata e perquisita. Nell’abitacolo era stato nascosto un televisore LCD marca Samsung che poco prima, era stato rubato in un’abitazione situata alla periferia di Avetrana. I quattro giovani sono stati condotti in caserma e dichiarati in arresto. Si tratta di Lorenzo ed Elisiano Cosma, rispettivamente di ventiquattro e ventuno anni, di Mario Conte, vent’anni, tutti residenti ad Avetrana e di P.A., incensurato di Torre Santa Susanna. Tutti sono finiti agli arresti domiciliari, su disposizione del magistrato di turno.