x

x

Armi nascoste tra i cespugli a Tamburi

Armi sequestrate dai carabinieri nel rione Tamburi. I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto nella tarda mattinata di ieri hanno rinvenuto una pistola Beretta calibro 6.35, con matricola limata, completa di caricatore con all’interno sei cartucce e pronta all’uso.

Tra i cespugli erano stati nascosti anche una pistola giocattolo, sette cartucce da caccia, un coltello a serramanico, un coltello con lame multiple e un machete.

La Beretta 6.35 è una pistola particolarmente richiesta negli ambienti della mala per la sua facilità di occultamento. Questo tipo di arma, definita da taschino o da signora, ha l’indiscutibile vantaggio di poter essere facilmente nascosta in qualsiasi tasca di giacca o pantaloni e nella più piccola borsetta da sera.

Nel luogo del rinvenimento, oltre ad una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, sono intervenuti i loro colleghi della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo. Il mini arsenale è stato rinvenuto grazie alla segnalazione di un passante. Gli investigatori del Comando provinciale hanno avviato le indagini per accertare se l’arma sia stata utilizzata durante agguati o rapine avvenuti di recente in città.

I carabinieri stanno cercando di capire se le armi siano state abbandonate da qualcuno che si sentiva braccato dalle forze dell’ordine o nascoste di proposito in attesa e di essere recuperate e quindi utilizzate per mettere a segno azioni criminose. 

Del sequestro è stata informata la Procura al fine di eseguire ulteriori accertamenti che potrebbero risultare utili per l’identificazione, nel più breve tempo possibile, degli “armieri” della mala.