Medicina, 13 milioni per la svolta: la sede nell’ex Banca d’Italia

Nel corso dell’ultima riu­nione tecnica del “Contratto Istituzionale di Sviluppo“, svoltasi in video conferenza nei giorni scorsi per fare il punto della situazione sull’andamento degli inve­stimenti previsti nell’ambito del Cis per Taranto, su proposta del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sen. Mario Turco, in piena sintonia con la Regione Puglia, è stato individuato un nuovo intervento da realizzare nel capo­luogo jonico, che prevede l’acquisizione di un edificio di proprietà della Banca d’Ita­lia da riqualificare e destinare ad attività accademica e di didattica laboratoriale per l’avvio del Corso di Laurea in Medicina.

La riunione tecnica del “Contratto Istituzionale di Sviluppo“

La riunione tecnica del “Contratto Istituzionale di Sviluppo“

Come più volte il Presidente Emiliano ha avuto modo di affermare, la Regione Pu­glia farà tutto quello che è nelle sue com­petenze per favorire la più rapida realiz­zazione possibile di questo progetto che finalmente potrà dotare Taranto, già da quest’anno di un autonomo Corso di Me­dicina, un obiettivo strategico che come Governo regionale, con gli Enti territoria­li, stiamo perseguendo da tempo con for­za e determinazione. Sono estremamente soddisfatto per il significativo passo in avanti compiuto in sede di Tavolo Istitu­zionale Permanente nella direzione di do­tare la nuova “Scuola di Medicina” di Ta­ranto di una sede che potrà offrire, dopo gli interventi di ristrutturazione, tutti i più avanzati standard qualitativi per con­sentire che le attività di studio e ricerca possano svolgersi nel migliore dei modi, riqualificando altresì un palazzo storico della città». A dichiararlo è l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino.

«L’immobile» spiega Borraccino «sarà acquistato dalla Asl di Taranto con fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia attraverso una rimodulazione degli inter­venti previsti nel Cis. A questo straordi­nario risultato per tutta la comunità jonica si arriva, dopo un percorso avviato circa 2 anni fa, partito dal basso, grazie all’im­portante gioco di squadra messo in campo da tutti i soggetti istituzionali, dal Gover­no alla Regione Puglia, dal Comune di Taranto alla Provincia, dalla Asl Taranto, sino, infine, ma non certo da ultimo, all’U­niversità degli Studi di Bari. Per la rea­lizzazione di questo intervento è stimato un costo di circa 5 milioni di euro per l’acquisizione e di 8 milioni di euro per la ristrutturazione, uno sforzo economico e finanziario importante che sarà possibile realizzare grazie alla rimodulazione, da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, di tre interventi già previsti nella Città Vecchia di Taranto (che interessano Palazzo Carducci, Palaz­zo Troilo e l’edificio di Via Garibaldi) la cui copertura finanziaria è garantita a va­lere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020.

Già partito l’iter amministrativo per l’am­missione a finanziamento di questo nuovo intervento con l’impegno di tutte le Am­ministrazioni coinvolte di concluderlo in tempi rapidi, fermo restando che ove le ri­sorse attualmente stanziate non dovesse­ro risultare sufficienti, si provvederà con l’individuazione di nuove risorse sempre allocate nell’ambito del Cis Taranto».

(Nella foto del 30 gennaio 2020 scattata in occasione della conferenza dei servizi decisoria, svoltasi presso la Direzione ge­nerale della Asl di Taranto: il presidente Emiliano, l’assessoreMino Borraccino ed il Capo Dipartimento Politiche per la sa­lute dott. Montanaro, per l’Università “A. Moro” di Bari il Magnifico Rettore Stefa­no Bronzini ed il Preside della Facoltà di Medicina Tino Gesualdo, per la Asl di Ta­ranto, il Direttore Generale Stefano Ros­si, il Sindaco del Comune di San Giorgio jonico, Mino Fabbiano in rappresentanza della Provincia di Taranto, e per il Comu­ne di Taranto il Direttore Generale Ciro Imperio).

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]