x

x

Buonasera

Dalla Lituania arrivano 100mila euro di aiuti

Non si ferma l’a­zione diplomatica consolare neanche durante questa emer­genza. Il 22 aprile sono parti­te dalla Lituania verso l’Italia attrezzature mediche ed equi­paggiamento protettivo neces­sario per combattere il virus Covid-19. Si tratta di aiuti uma­nitari concessi dal Governo della Repubblica di Lituania al nostro Paese per superare la pandemia. “La Lituania sta mo­nitorando con grande ansia ed attenzione la situazione in Ita­lia. Un disastro che ci ha colpito tutti inaspettatamente che non tiene conto né della nazionalità, né della religione, né dell’età o dello stato sociale. Pertanto, i li­tuani hanno deciso di mostrare solidarietà ed aiutare gli italiani con dispositivi medici”. Queste le parole contenute nella lettera del ministro Linas Linkevičius al ministro degli Affari Esteri italiano Luigi di Maio.

Vari dispositivi medici per l’apparato respiratorio sono stati acquistati da “Uab Inter­surgical”, con sede operativa a Pabradė (Lituania), che svilup­pa, produce e distribuisce una vasta gamma di prodotti medi­ci. La società ha diverse filiali in paesi stranieri, tra cui l’Italia.

Il carico umanitario viene tra­sportato in Italia gratuitamente da una delle più grandi compa­gnie di trasporto e logistica in Europa “Girteka”.

L’ambasciatore lituano in Italia Ričardas Šlepavičius

L’ambasciatore lituano in Italia Ričardas Šlepavičius

Questo meraviglioso gesto di so­lidarietà, frutto del civil servant che da sempre contraddistingue l’operato delle 44 rappresentan­ze del Corpo Diplomatico Con­solare di Puglia, Basilicata e Molise, si è reso possibile anche grazie al lavoro del Consolato Onorario della Repubblica di Lituania di Puglia e Basilicata, nella persona del Console dr. Giuseppe Saracino e della go­vernatrice lituana del Rotary dr. Viktorija Trimbel.

Si aggiunge alle altre manife­stazioni di generosità giunte da Romania, Albania e Russia che sempre grazie all’interessamen­to dei rispettivi consolati hanno garantito l’arrivo di personale medico e paramedico, smistato poi in tutto il Paese.

L’Ambasciatore lituano in Italia Ričardas Šlepavičius ed il Con­sole Saracino da tempo dedica­no attenzioni a tali attività, sen­za trascurare lo sviluppo delle relazioni culturali, commerciali e soprattutto turistiche. Le mol­teplici attività fin qui svolte in questa direzione hanno deter­minato l’aumento dei flussi turi­stici sia in entrata che in uscita dal nostro Paese, registrando negli ultimi tre anni circa 1300 turisti baltici per una media di 5 giorni di soggiorno, favoren­do così l’opera di destagiona­lizzazione tanto attesa. Molto apprezzate le mete di Gallipoli, Lecce, Santa Maria di Leuca, Brindisi e Taranto. Località in cui tour operator lituani, inviati dal Console Saracino, sono stati ospitati da strutture rinomate. L’obiettivo è ora quello di spo­stare questi flussi ai mesi autun­nali e invernali per limitare il disastro economico causato dal Coronavirus. Importante anche ricordare quanto fatto lo scorso anno dal Segretario Generale del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise e Conso­le dei Paesi Bassi dr. Massimo Salomone che curò l’acquisto di due abitazioni prefabbricate donate poi al Consolato albane­se per far fronte all’emergenza causata dal terremoto del 26 no­vembre 2019.

Un lavoro, quello del Corpo Consolare, determinante anche in questo periodo d’emergen­za che sottolinea l’importanza del loro ruolo nella società. Un impegno che non si limita alla promozione del territorio, ma cerca anche risposte e soluzioni ai problemi che vive.

Così Eva Degl’Innocenti ha cambiato il MArTA

Se Marta fosse una donna, e non MArTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, si potrebbe dire che lei, Eva, l’ha condotta per mano in un percorso a là Benjamin Button: da signora piacente ma un po’ agée a ragazza stilosa, che sa usare i social, ama il rock e la tecnologia. I sei anni e […]

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]