Sequestrata turbo droga: è allarme

Sequestrata droga dagli effetti devastanti.

I “Falchi” della Squadra Mobi­le hanno messo le mani su 109 pasticche di Tesla, pasticche pericolosissime che contengono oltre il doppio della quantità di ecstasy contenuta in una dose normale. Gli agenti in borghese della Questura hanno arrestato il 22enne, Davide De Bartolo­meo Antonante.

Ancora una volta un giovanissi­mo è finito nella rete.

Ma questa volta la sostanza stu­pefacente spacciata ha un nome particolare, accattivante, “Te­sla”, come accattivante è anche il modo in cui si presenta, in pasticche, di forma triangolare e di colore arancione.

Rientra tra le cosiddette “turbo droghe” (i cui nomi si rifan­no alle auto di lusso) derivan­ti dall’ectasy, in cui l’MDMA (metilendiossimetamfetamina) è mescolato con altre sostanze chimiche che ne esaltano l’a­zione e che possono causare la morte di un ragazzo anche solo dopo una singola assunzione. Chi assume questa sostanza può andare incontro a convulsioni, spasmi nervosi, allucinazioni, aumento della temperatura cor­porea.

Erano giorni che i poliziot­ti seguivano i movimenti del ventiduenne tarantino già noto alle forze dell’ordine per rea­ti riguardanti gli stupefacenti, convinti, sulla base dei frequen­tissimi incontri con tossicodi­pendenti, che avesse ripreso a pieno ritmo la sua attività ille­cita. Gli agenti hanno deciso, quindi, di bussare alla porta della sua abitazione.

E così, all’interno di un casco da motociclista, i Falchi hanno recuperato in sei bustine in cel­lophane 109 pasticche di droga sintetica.

Inoltre, all’interno di un marsu­pio, hanno trovato un bilancino di precisione, una lama per ta­glierino con evidenti tracce di hashish, 840 euro in banconote e, in un pacchetto di sigarette, sette dosi di hashish e una di marijuana.

Il sequestro eseguito dai “Fal­chi” della Squadra Mobile è il primo di Tesla nel capoluogo jonico e fa ipotizzare che stia circolando una delle droghe che a quanto pare spopola tra i gio­vanissimi. Una pasticca costa tra le 22 e le 23 euro.

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]