x

x

Bari-Taranto, dall’Europa arrivano 64 milioni

I soldi per il raddoppio della linea ferroviaria Bari-Taranto arriveranno direttamente dall’Europa. Tanti soldi. Ben 64,3 milioni di euro. 

Lo ha deciso la Commissione Ue prelevandoli dal Fondo di sviluppo regionale. Serviranno per superare l’imbuto tra Bari Sant’Andrea e Bitetto, sul percorso che conduce a Taranto. Un imbuto che finisce per condizionare i tempi di percorrenza dell’intera rete. I treni, infatti, in alcuni casi sono costretti a lunghi stazionamenti in attesa del transito in senso opposto.

 

“Il progetto ridurrà i tempi di percorrenza per merci e passeggeri. E’ un esempio concreto di come i Fondi strutturali aiutano in modo vitale l’economia”, spiega il Commissario per la Politica regionale Johannes Hahn, che ha firmato il via libera.