x

x

Buonasera

Escalation del racket. Caccia ai dinamitardi

E’ caccia aperta agli autori dell’attentato dinamitardo che ha messo fuori uso il ristorante “Le Piccole ore” di Campomarino di Maruggio.

Indagini serrate da parte dei carabinieri della Compagnia di Manduria e dei loro colleghi del Comando provinciale. Gli investigatori dell’Arma attendono l’esito della perizia tecnica che in queste ore viene eseguita dagli specialisti del Nucleo artificieri del Reparto investigativo di Taranto.

I carabinieri vogliono accertare il tipo di esplosivo utilizzato nel devastante attentato e compararlo con quello usato in analoghi raid messi a segno nella stessa zona. L’attentato che ha distrutto il locale di Campomarino di Maruggio segue quello di martedì scorso ai danni di un o stabilimento balneare della litoranea salentina.

Un incendio ha, infatti, distrutto il gazebo della struttura ricettiva situata nella marina di Lizzano.

C’è allarme nel versante orientale della provincia jonica per le incursioni di una banda dedita alle estorsioni e che potrebbe avere legami anche con la mala che opera nel brindisino. Nei giorni scorsi, ad esempio, a Manduria colpi di fucile caricati a pallettoni sono stati esplosi contro la vetrata di un esercizio commerciale. Episodi che fanno alzare la tensione tra commercianti e imprenditori che temono una escalation del racket.L’ultimo pesante avvertimento proprio a Campomarino di Maruggio. Gli attentatori hanno lanciato un ordigno di medio potenziale, attraverso una finestra, da una strada secondaria adiacente il viale di accesso al ristorante “Le Piccole Ore” che è ritenuto il locale dei vip da oltre trent’anni.

Così Eva Degl’Innocenti ha cambiato il MArTA

Se Marta fosse una donna, e non MArTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, si potrebbe dire che lei, Eva, l’ha condotta per mano in un percorso a là Benjamin Button: da signora piacente ma un po’ agée a ragazza stilosa, che sa usare i social, ama il rock e la tecnologia. I sei anni e […]

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]