x

x

Sul palco dell’Orfeo “Arie di festa” per l’Ico tarantina

A dieci anni dal riconoscimento ministeriale di Ico (Istituzione Concertistica Orchestrale) da parte del MIBACT, l’Orchestra della Magna Grecia festeggia organizzando martedì prossimo, 10 dicembre, all’’Orfeo, una grande serata di musica con un concerto non a caso intitolato “Arie di festa”.

Sul palco del teatro, nella direzione dell’Orchestra, si alterneranno il direttore artistico Piero Romano, il direttore musicale Luigi Piovano, mentre in veste di pianista sarà sul palco il direttore principale, Luis Bacalov.


Come si conviene ad una grande festa, il programma di questo concerto sarà estremamente vario, brioso e gioioso, con tantissime sorprese, musicali e non, che saranno svelate solo quando il pubblico leggerà il programma di sala.

Le uniche anticipazioni svelate rivelano che a suonare, per la prima, per l’occasione sarà una inedita coppia di solisti: il violoncellista Luigi Piovano, primo violoncello dell’Orchestra di Santa Cecilia di Roma e Luis Bacalov al pianoforte; insieme si esibiranno con l’Ico Magna Grecia diretta da Piero Romano. Insieme eseguiranno tre brani d’ispirazione tanghera: la “Baires suite n.1” di Bacalov e i due capolavori di Astor Piazzolla “Oblivion” e “Libertango”.

Dall’atmosfera tanghera al grande repertorio sinfonico: in questo concerto saranno eseguiti dall’Orchestra, qui diretta da Luigi Piovano, anche due straordinari masterpiece di Pëtr Il’iè Èajkovskij: la ouverture-fantasia “Romeo e Giulietta” e la “Ouverture 1812”.
Il resto del programma è avvolto dal mistero perché, come afferma Piero Romano, “anche in questa straordinaria serata vogliamo stupire il nostro pubblico che, seguendoci da tanti anni con affetto e fedeltà, rappresenta il nostro “dodicesimo uomo in campo”.

Inizio ore 21,00. Info:  099:7304422.