x

x

Al Carmine marce musicali e solidarietà

Musica e solidarietà. Il binomio è al centro delle iniziative che accompagnano verso la Settimana Santa tarantina.

Continuano ininterrottamente gli eventi programmati dall’arciconfraternita del Carmine ed inseriti nel calendario della Quaresima e della Settimana Santa 2014.

Oggi, giovedì 10 aprile, nella chiesa del Carmine con inizio alle 19.30, si terrà un concerto delle tradizionali marce funebri tenuto dai quattro complessi bandistici che prenderanno parte alla Processione dei Misteri.

L’evento sarà presentato dal giornalista Rai Luigi Monfredi, tarantino di nascita e confratello del Carmine, che, come sottolinea il priore Antonello Papalia, “rappresenta un’eccellenza professionale ionica che, pur essendosi allontanata, per motivi professionali, dal
territorio di nascita, non dimentica le proprie radici e le tradizioni tarantine, come dimostra la sua disponibilità ed il suo entusiasmo manifestati per la presentazione dell’evento di oggi”.

All’evento parteciperà l’arcivescovo Filippo Santoro.

Le quattro bande, che regaleranno alla platea le suggestive note delle tradizionali marce funebri, sono il Complesso Musicale “Lemma” di Taranto, il Complesso Musicale “G. Paisiello” di Palagiano, Complesso Musicale Associazione Musicale “G. Chimienti” di Montemesola e il Complesso Musicale “Gran Orchestra di Fiati Santa Cecilia” di Taranto.

Nel programma della serata è previsto il momento importante relativo alla raccolta fondi per il Dormitorio Diocesano, come anticipato dallo stesso priore. Il centro di accoglienza notturno per i senza fissa dimora è l’obiettivo di carità individuato dall’arcivescovo nell’ambito dei lavori della commissione sui Riti della Settimana Santa. Un’opera alla cui realizzazione, però, sono chiamate a partecipare tutte le chiese della diocesi e non solo le confraternite protagoniste dei Riti.

Sabato 12 aprile alle 19.30, sempre nella chiesa del Carmine, si svolgerà un’esibizione del Coro e dell’Orchestra Maria SS. del Monte Carmelo entrambi diretti dalla prof.ssa Anna D’Andria con brani a sfondo religioso eseguiti sottoforma di “oratorio” e le cui introduzioni saranno curate dal “coordinamento eventi culturali” dell’arciconfraternita del Carmine.