x

x

“Un cuore di cristallo”, opera letteraria prima di Barbara Cometti

“Un cuore di cristallo”, opera letteraria prima di Barbara Cometti

“Quando ho scelto di vedere il bello e quando ho scelto di vivere in allegria e nella consapevolezza di vivere nel modo giusto ecco che la luce ha illuminato il mio cammino”. È proprio un raggio di luce dedicato alle anime sensibili questo libro fresco di stampa, “Un cuore di cristallo”, opera prima di Barbara Cometti, edita da Scorpione (www.editricescorpione.it) e da pochi giorni giunto in libreria. Duecento dense pagine che raccontano non tanto o non solo il tormentato itinerario di un’anima alle prese con gli affanni quotidiani e gli inevitabili scossoni che la vita quotidianamente ci sottopone, quanto soprattutto lo sforzo per affrontare con coraggio il fuoco dell’esistenza, la tempesta delle nostre umane fragilità, attraversando quel fiume impetuoso per uscirne più forti, più determinati, più coraggiosi e con una scala valoriale che rimetta nel giusto ordine le cose che davvero contano respingendo l’effimero, la cupezza del rimuginare, la vacua rincorsa dell’”avere” piuttosto che dell’”essere”.

Il tutto, con l’unica arma dell’amore, un sentimento che scorre potente lungo tutte le pagine del libro sempre pronto ad affiorare impetuoso ed inarrestabile come un fiume carsico. “Leggere questo volume – scrive in Postfazione Piero Massafra – è come entrare d’improvviso, scaraventati in un turbinio di emozioni, affetti, rabbie, amori, sofferenze, gioie e quanto ancora la natura abbia offerto alla vita perché non sia solo la banale espressione delle ovvietà, dell’abitudine e dell’inutile”. “La penna in questo caso – chiosa dal canto suo Andrea Camarda, figlio dell’autrice, nella prefazione – è stata solo il terminale che ha ricevuto un impulso inarrestabile ed inesauribile, scaturito dai meandri insondabili dell’inconscio, un flusso di pensieri talmente intenso da non poter essere ignorato”.