Settimana di Passione, tornano le processioni

Con la Settimana di Passione a Taranto si entra nel vivo della sacralità rituale che, passo dopo passo, ci porta al Triduo Pasquale e alla Pasqua di Resurrezione. Sembra che le Confraternite del Carmine e dell’Addolorata abbiano ottenuto le ultime autorizzazioni perché i riti processionali, gare comprese, dovrebbero svolgersi come da tradizione. Intanto, domenica 3 aprile, dalle 18, dalla chiesa di Sant’Agostino a quella di san Domenico si svolgerà la solenne Via Crucis itinerante lungo via Duomo. Lunedì di Passione avrà luogo alle 19 in San Domenico la 48a edizione del Lunedì di Passione a cura della Confraternita dell’Addolorata e venerdì il clou con tutte le manifestazioni tradizionali del Venerdì di Passione che, unitamente alla festività in onore di San Francesco di Paola, saranno descritte questa settimana da Antonio Fornaro, ideatore e curatore di questa rubrica.

Questi i santi della settimana: Sant’Ugo, San Francesco di Paola, Sant’Isidoro, San Vincenzo Ferrer, San Pietro da Verona, San Giovanni Battista della Salle e San Dionigi. Questa settimana la Chiesa Cattolica festeggia la Madonna sotto i titoli di Madonna della Luce, della Croce e della Grazia. Il 2 aprile 1721 alle ore 15 nella sua casa natale moriva il poeta tarantino Tommaso Niccolò D’Aquino. Il 4 aprile 1927 la sede dell’Aeronautica Militare di Taranto veniva intitolata a Luigi Bologna. Il 9 aprile 1941, all’età di 24 anni, moriva l’eroe tarantino Francesco Loiacono dopo aver salvato in volo un suo compagno di combattimento. Il 3 aprile 1407 Maria D’Enghien viene promessa sposa a Re Ladislao. Questi i detti della settimana: “Non ci sono altari senza croci e matrimoni senza pettegolezzi”; “Quando aprile mette il muso, fuoco acceso e porte chiuse”, “Donne, cucina e piazze fanno l’uomo di brutta razza”, “Mercanti e porci stimali quando sono morti”, “Spesa e misura rendono la vita sicura”, “Il necessario ci fa sopravvivere, il di più ci fa vivere”; “La serva dopo un anno licenziala perché fa danno”.

Questo il primo approfondimento di Fornaro relativo a San Francesco di Paola e alla presenza a Taranto dei Minimi. Questi arrivarono il 14 luglio del 1530. La Chiesa di san Francesco di Paola diventò parrocchia nel 1918. Nel 1943 Pio XII proclamò San Francesco di Paola patrono della gente di mare. San Francesco di Paola è compatrono di Taranto. Dal 1950 al 1956 furono realizzati i lavori per l’attuale facciata e per l’interno della Chiesa. Anticamente il convento era intitolato alla Madonna delle Grazie perché pare che sia sorto sotto questo titolo mariano e fondato dal gentiluomo Bartolomeo de Gaeta. L’attuale Chiesa fu fatta erigere nel 1623 da Ludovico di Montefuscoli. A Taranto si conserva il bastone autentico usato da San Francesco in vita. L’attuale Chiesa è composta da tre navate e da sei cappelle laterali. In una di queste si trova la statua in pietra della Madonna delle Grazie del XVI secolo. In questa Chiesa nel 1895 fu fondata la Confraternita di Santa Maria di Piedigrotta.

Questi gli altri approfondimenti di Fornaro relativi al Venerdì di Passione. Fino agli anni ’70 del secolo scorso il Venerdì di Passione nella Chiesa di San Domenico si svolgevano i Sette Dolori dell’Addolorata. Oggi si celebra invece la “Corona dell’Addolorata”, con il canto delle litanie dell’Addolorata. I dolori della Vergine sono meditati da un sacerdote mentre i Dolori sono proclamati da alcuni confratelli e consorelle. Nel corso della funzione si fa omaggio alla Vergine dei fiori e dell’incenso e si conclude con il canto della “Desolata”. Sempre il Venerdì di Passione, ma dalla Chiesa di San Lorenzo da Brindisi, in viale Magna Grecia, si svolge la solenne processione con il Crocifisso a cura del Gruppo Liturgico “SS. Crocifisso”. Tale devozione ebbe inizio negli anni ’60 e fu ripresa nel 1978. Il Crocifisso fu donato nel 1963 dalla famiglia Tria Schiavone ed è opera del cartapestaio leccese Pietro Indino. Alla processione prende parte la banda che esegue le marce funebri. Infine la parrocchia talsanese del Rosario e l’omonima Confraternita da alcuni anni hanno deciso di non organizzare, come era tradizione, la processione dell’Addolorata il Venerdì di Passione ma di far partecipare la Congrega con la statua dell’Addolorata alla Processione dei Misteri del Venerdì Santo con il ripristino di una antica tradizione consistente nell’incontro della statua dell’Addolorata con quella di Cristo Morto.

Angelina Jolie nel nostro “week end”

Angelina Jolie in Valle d’Itria, proprio a Martina Franca: è lei, l’attrice e regista statunitense, la protagonista di copertina dell’inserto “Week end”, oggi all’interno del nostro giornale. Dodici pagine dedicate agli eventi dell’estate pugliese, una guida per conoscere date e luoghi di spettacoli, concerti, mostre, incontri culturali o di semplice svago per trascorrere in allegria […]

“Essencials”, il nuovo album del tarantino Daniele Ippolito, irlandese di adozione

“Essencials” è un album di musica elettronica fuori dal tempo creato da Daniele Ippolito, un artista decisamente originale. Pugliese d’origine e cittadino del mondo (originario di Taranto vive a Dublino, in Irlanda) ha 28 anni e propone un viaggio musicale in 6 intensi brani molto diversi tra loro. Il disco è disponibile su K-Noiz, su […]

Dalla letteratura alla poesia, alla musica e all’economia: nuova veste per “L’Arengo”

Fresco di stampa è nelle nostre mani l’ultimo in ordine di tempo (ma non ultimo per importanza numero de I Quaderni de L’Arengo nella sua solita, sobria ed elegante veste tipografica curata, come sempre da par suo, dalla Casa Editrice Scorpione di Piero Massafra. Il titolo: I contemporanei. La prestigiosa rivista, come è noto, è […]

MAP: ospiti internazionali alla II edizione del Festival. Arriva anche John Rutter

«È sempre più evidente che il welfare culturale abbracci una quantità di competenze sempre più ampie. È vero per l’intera Puglia, ma soprattutto per Taranto che mette al centro dei suoi interessi una ricca programmazione culturale, facendo di questo un modello di sviluppo alternativo: confermata la strategia sul mare come grande attrattore, la città punta […]