x

x

Taranto per tre giorni capitale italiana dello swing

Taranto per tre giorni capitale italiana dello swing

È stata presentata alla stampa la terza edizione del “Taranto swing Festival”, la manifestazione organizzata dall’associazione “Be Swing” e nata da un’idea del direttore artistico, Nicky Pezzolla. Per tre giorni Taranto sarà la capitale italiana dello Swing: ballerini, appassionati e artisti giungeranno da tutto il mondo nel capoluogo jonico per danzare e scatenarsi sulle note di questa musica irresistibile, coinvolgendo la città in questa loro gioia di vivere. Infatti il “Taranto Swing Festival’ non è un mero ‘contenitore di concerti’, ma è l’espressione gioiosa di un gruppo di appassionati che da tre anni lavorano per promuovere e diffondere in riva allo Jonio la cultura dello Swing, la musica che ha rappresentato la colonna sonora dell’America che, tra gli anni Trenta e Cinquanta, reagì con positività prima alla crisi del crollo di Wall street del 1929, poi alla Seconda Guerra Mondiale.

In queste settimane i ballerini dell’associazione “Be Swing” stanno ricreando, nelle strade della nostra città con i loro “clandestini”, brevi performance di ballo e musica per far conoscere lo Swing ai tarantini, mentre giovedì, 30 giugno, nelle strade del Borgo, è in programma una parata che annuncerà il festival sulle note della street band “Be Dixie”. Ballerini di livello internazionale terranno workshop di danza swing: Lindy Hop, Boogie Woogie, Authentic Jazz, Balboa e Burlesque; per parteciparvi giungeranno in città appassionati da tutta Europa e persino dall’Australia. In occasione dei concerti del festival sulla Rotonda del Lungomare tutti insieme – maestri e allievi – daranno vita a spettacolari coreografie e “social dance” coinvolgendo i presenti, il tutto in una cornice di stand dedicati all’America dello Swing: dai vinili ai vestiti retrò, dai mercatini vintage all’esposizione di auto d’epoca. «Anche quest’anno il Festival inizia venerdì 1° luglio con lo “Swing on boat”, evento già sold out – ha annunciato Nicky Pezzolla durante l’incontro con i giornalisti – Si tratta di una traversata serale su una motonave di Kyma Mobilità con a bordo il concerto di una band. La serata proseguirà al Mon Rêve Resort prima con il concerto della band “Rekkiabilly” (ingresso € 10 – gra – tuito per i soci Mon Rêve) e poi con il “after party” ». Nella struttura ricettiva-turistica sulla Litoranea si terranno sia i workshop di danza, con particolari convenzioni per i partecipanti e sia gli “after party” (ingresso € 20) che, con l’esibizione dei ballerini e i dj set, concluderanno tutte le serate del festival. «Sabato 2 luglio, alle 21, sulla Rotonda del Lungomare – ha poi annunciato Pezzolla – si terrà, con ingresso libero e gratuito, il concerto di “Big Daddy and The Billy Bros Orchestra”, con Maurizio Meterangelo e Roberta Bevilacqua, mentre tutti potranno muovere i primi passi swing con le lezioni di ballo gratuite curate dai ballerini».

Gran finale domenica 3 luglio, sempre alle ore 21.00 e sempre sulla Rotonda del Lungomare, con il concerto di Si Cranstoun & The Good Fellas (ingresso € 20). Il britannico Si Cranstoun si è imposto da anni sulla scena internazionale vintage con le sue energiche esibizioni dal vivo e la sua incredibile capacità di trasformare ogni spettacolo in una festa. Segue l’esibizione sul palco della band “Jumpin Up” . Nicky Pezzolla ha poi spiegato che «quest’anno, non potendo avvalersi del sostegno dell’Amministrazione comunale, come avvenuto nelle due precedenti edizioni, l’associazione “Be Swing” ha potuto comunque contare sul sostegno di numerosi commercianti tarantini, in particolare quelli del Borgo umbertino, di alcune aziende pugliesi, nonché della multinazionale Teleperformance che, sostenendo con entusiasmo questa iniziativa, ne hanno riconosciuto il valore che non è solo meramente musicale e coreutico, ma anche storico, sociale e culturale». Un ruolo riconosciuto in conferenza stampa dal consigliere comunale Fabiano Marti, già vicesindaco e assessore alla Cultura e Spettacolo dell’Amministrazione Melucci, che ha detto: «Il Taranto Swing Festival è per me una grande emozione se penso che è nato per caso, per strada e oggi è diventato un punto fermo nella programmazione estiva della nostra città. Siamo alla terza edizione e il festival cresce di anno in anno. Del resto l’Amministrazione Melucci ha sempre lavorato a progetti che non fossero mordi e fuggi, ma che si rigenerassero e crescessero di anno in anno. Risultati come questo non arrivano mai per caso, ma nascono sempre dalla volontà e dalla capacità di chi – come Nicky Pezzolla e il suo staff – lavora ogni giorno per raggiungerli, nonché dalla collaborazione imprescindibile tra operatori e istituzioni».