x

x

Il Festival dei Sensi in Valle d’Itria

Programma ricco di appuntamenti tra Martina Franca, Cisternino, Locorotondo, Ostuni
Il Festival dei Sensi in Valle d’Itria

MARTINA FRANCA – Una valle giocattolo, disegnata da colline, boschetti, curve, tratturi, terrazzamenti e scorciatoie, e anche da pietre millenarie tagliate dall’uomo, a formare infiniti muretti a secco che accompagnano ogni passo: sono le caratteristiche pareti che da sempre dividono le proprietà – mai i feudi – in questa felice oasi della Puglia.

A questa rete di tracciati, a questi incroci, bivi e trivi di ogni epoca in cui gli spazi misurati e imprevedibili sono un costante invito al gioco e alla libertà, è ispirato Strade, il programma della XIII edizione del Festival dei Sensi, diretto da Milly Semeraro. Dal 18 al 21 agosto il Festival dei sensi darà vita a un immaginifico viaggio fatto di lezioni di grande qualità, argomenti inattesi, happening e avvincenti conversazioni in alcuni dei più suggestivi luoghi della valle dei trulli Il festival si apre a Martina Franca giovedì 18 agosto (ore 19.00) con una marcia festosa guidata dal sassofonista Francesco Massaro: si parte dalla piazza del Plebiscito e si attraversa il centro storico lungo un antico percorso che giunge davanti alla chiesa dello Spirito Santo, dove si tiene l’inaugurazione (ore 19,30) introdotta da Milly Semeraro, direttore del Festival dei Sensi. Intervengono: Grazia Di Bari, consigliere delegato alla Cultura della Regione Puglia, Nancy Dell’Olio, ambasciatrice della Puglia nel mondo, Gianfranco Palmisano, sindaco di Martina Franca, Antonio Serrapica, autore dell’opera da cui è tratta l’immagine di questa edizione, David Le Breton, antropologo francese che sarà poi ospite della seconda giornata; presentatore d’eccezione, l’irresistibile Paolo De Cesare.

Alle ore 20,00 nello stesso luogo parte subito il primo incontro: Strade sotto/sopra. Strettamente legati ai risultati di altre sofisticate ricerche appaiono sempre più spesso i progetti di ingegneri e architetti di grido come Carlo Ratti e Italo Rota, attualmente al lavoro anche su progetti di reti stradali in Arabia Saudita. Il sodalizio tra le due star ha prodotto tra l’altro il Padiglione Italia, recentemente realizzato per l’Expo Dubai e premiato come miglior progetto imprenditoriale dell’anno ai prestigiosi Construction Innovation Awards negli Emirati Arabi Uniti. Realizzazioni come questa, riferibili all’architettura riconfigurabile e al design circolare mirano ad evolversi nel tempo in modo sostenibile, sfidando la crisi climatica. Carlo Ratti, direttore del Senseable City Lab al Massachusetts Institute of Technology (MIT) attualmente collabora anche con Sidewalk Labs per esplorare e valutare una nuova modalità di integrazione tra la strada come spazio fisico e le tecnologie digitali.

“Inseguendo un pallone” è il titolo dell’incontro tra il giornalista sportivo Federico Casotti e l’ex centrocampista Antonio Di Gennaro giovedì 18 agosto, ore 20.30, a Cisternino, sulla grande aia della Masseria di Montereale. Quando si parla di strade non si può prescindere dai Romani: non solo perché ci fecero l’impero e perché in Italia, oggi, quelle strade sono quasi tutte esistenti, ma anche per via delle irripetibili innovazioni di cui l’impero fu capace in materia di viabilità. A parlare di questa formidabile e strategica rete sarà lo storico Giovanni Brizzi, tra i massimi studiosi della materia, in un incontro intitolato “La spaventevole macchina romana” – giovedì 18 agosto, ore 22.30 a Martina Franca, Regia Stazione Ippica. Venerdì 19 agosto nelle Sale Nobili del Palazzo Ducale di Martina Franca aprirà l’esposizione “Scene di strada”: straordinarie immagini a tema provenienti dal fondo Archivio Publifoto, di proprietà dell’Archivio storico Intesa Sanpaolo. L’esposizione, a cura di Arianna Rinaldo, resterà aperta per più di un mese, includendo così le Giornate Europee del Patrimonio, che quest’anno celebrano il patrimonio sostenibile – La mostra resterà aperta tutti i giorni sino al 29 settembre, orari: 10-13 e 16-19, ingresso 5.00 euro. Il programma completo su www.festivaldeisensi.it