x

x

Fanelli racconta “Il sospiro del Male”

l giovane autore presenta stasera a Statte il suo ultimo romanzo
Federico Moccia e Giovanni Fanelli

STATTE – Giovanni Fanelli, già noto per aver pubblicato l’epistolario storico dal titolo “Lettere di memoria” e il racconto giallo “Snowy Peaks”, entrambi pubblicati con la G. C. L. edizioni, compirà a breve ventisei anni.

Eppure, nonostante la sua giovane età, riesce ancora a stupirci con i suoi mondi di crimini e misteri, ma soprattutto per la sua innata passione verso la scrittura che tocca anche il linguaggio filmico, permettendogli di ideare ed elaborare soggetti cinematografici e sceneggiature. L’ultimo romanzo che vede ora la luce è intitolato “Il sospiro del Male”, un thriller dalla tematica ostica, ma seducente che induce il lettore a immedesimarsi sempre più nel personaggio principale. Ma vediamo più in dettaglio la trama. Palo Alto, California. Il piccolo Mark Colin scompare dalla sua abitazione senza lasciare alcuna traccia. L’unica prova di cui gli agenti di polizia dispongono è una rosa poggiata sul cuscino del suo letto. Nonostante gli sforzi per riportarlo dai genitori, il bambino verrà ucciso in modo disumano. A questo primo efferato omicidio, seguiranno una serie di nuove scomparse che scateneranno il panico collettivo in città. Tutte le morti verranno comprovate, in assenza di corpi, da VHS le cui registrazioni saranno recapitate, in modalità anonima, ad una giornalista coinvolta più di quanto non si dovrebbe.

Al detective Philip Morguse, responsabile delle indagini, spetterà l’arduo compito di prevedere le mosse dell’assassino e di capire il motivo che lo spinge a rapire ed uccidere degli innocenti. Affinché il serial killer venga fermato, sarà necessario risolvere alcuni macabri enigmi che riporteranno a galla una storia del passato cesellata di misteri e menzogne. Philip Morguse esplorerà quell’irrazionale gioco di morte per trovare delle risposte e, per farlo, dovrà lasciarsi alle spalle i propri fantasmi. Soprattutto quando, ad essere in pericolo, saranno le cose cui tiene di più al mondo. Sul libro del giovane autore, pensate, si è espresso persino il grande scrittore e regista Federico Moccia, il quale scrive: «Un thriller avvincente, dal ritmo incalzante. Una caccia all’invisibile che si trasforma in una sfida ai confini dell’animo umano, lì dove si nasconde il lato oscuro di ogni uomo». Il romanzo, prefato da Lina Vecchione, è contenuto nella nuova collana editoriale Peeka-booK cui Giovanni Fanelli è il curatore assieme alla già avviata BellatriX. Venerdì, 25 novembre, presso la Biblioteca comunale “Matteo Mastromarino” in via delle Sorgenti, alle ore 18.00, Giovanni Fanelli dialogherà con l’editore e incontrerà i suoi lettori e la sua comunità. Dopo le prime due opere, arrivate entrambe alla terza edizione, si presagisce un nuovo successo per il giovane e talentuoso scrittore della città ionica. Il libro, per chi fosse interessato, è prenotabile nelle librerie ed acquistabile su tutti gli store online.