x

x

Grandi artisti per la stagione di prosa a Massafra

Arrivano anche Ciufoli, Oreglio e D’Ambrosi
Dario D’Ambrosi

MASSAFRA – Roy Paci e Matthias Martelli, Dario D’Ambrosi con il suo Teatro patologico, Flavio Oreglio, Emilio Solfrizzi, Roberto Ciufoli, Benedicta Boccoli, Simone Colombari e Sarah Biacchi, la Compagnia Licia Lanera, Sara Bevilacqua e il Teatro Le Forche: sono questi i protagonisti della nuova stagione di prosa della Città di Massafra, organizzata tra il Teatro Spadaro e il Teatro comunale, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Otto, in tutto, i titoli in questo cartellone che abbraccia i gusti del variegato pubblico massafrese. E non solo. «La programmazione teatrale di quest’anno ha una fortissima valenza culturale e sociale – ha sottolineato il sindaco, Fabrizio Quarto – Spinge alla riflessione e alla meditazione anche su argomenti attuali, senza trascurare momenti di coinvolgente “goliardia”. Lo spessore degli artisti che calcheranno i palcoscenici massafresi sarà un valore aggiunto all’offerta culturale e rappresenta un’occasione di crescita da non lasciarsi sfuggire».

Il cartellone

Ecco gli spettacoli in programma: si inizia con i primi tre appuntamenti tutti al teatro Spadaro. I primi a salire sul palco il 17 dicembre saranno Roy Paci e Matthias Martelli con “Fred!”, per la regia di Arturo Brachetti. Lo spettacolo accompagna lo spettatore attraverso la vita e le canzoni di un genio assoluto; l’11 gennaio Dario D’Ambrosi porterà a Massafra la sua particolarissima versione di “Medea” di Euripide che nel 2017 è stata presentata anche alle Nazioni Unite di New York in occasione della Giornata internazionale delle Persone con Disabilità. D’ambrosi è tra i principali artisti di avanguardia in Italia e creatore del movimento teatrale chiamato Teatro Patologico; il 27 gennaio il terzo spettacolo allo Spadaro vede Flavio Oreglio in “Ridendo e sferzando”.

A febbraio ci si sposta al Teatro Comunale con un doppio appuntamento. Per prima a calcare il palcoscenico, il 10 febbraio, sarà la Compagnia Licia Lanera con il suo “Con la carabina”, per la regia di Licia Lanera. Una bambina di 11 anni, che un tribunale francese ha riconosciuto consenziente allo stupro che ha subito da parte di un amico del fratello maggiore, decide, diventata donna, di farsi giustizia da sola; il 24 febbraio sarà, invece, la volta di “Stoc ddo’ – Io sto qua”, di e con Sara Be vilacqua. La storia di Lella, madre di Michele Fazio, colpito per errore, a soli 16 anni, durante un regolamento di conti tra clan rivali. Da quella sera, con la sola presenza di madre ferita, Lella impone le esigenze della giustizia ai clan, denunciando, testimoniando, puntando gli occhi negli occhi di chi vuole imporle il silenzio. A marzo due regie diverse, per due spettacoli diversi, portano a Massafra grandi classici del teatro scritti da Molière.

Il 14 marzo al Teatro Spadaro arriva Emilio Solfrizzi con la sua rilettura e regia dell’opera di Molière, “Il malato immaginario”, per la regia di Guglielmo Ferro, mentre il 26 marzo, al Teatro Comunale, Carlo Formigoni curerà la regia de “Il misantropo di Molière in tempo di guerra”. Ultimo appuntamento della stagione il 5 aprile, al Teatro Spadaro, con “Il Test”, con Roberto Ciufoli (che fi rma a nche la regia dello spettacolo), Benedicta Boccoli, Simone Colombari e Sarah Biacchi. Hèctor e Paula, una coppia con qualche problema economico, devono affrontare la scelta che gli propone il vecchio amico Toni, in attesa che li raggiunga per cena Berta, la giovane fidanzata psicologa di successo. Una decisione apparentemente semplice: accontentarsi di una piccola ma immediata fortuna o aspettare lunghi anni per decuplicarla? Per maggiori informazioni sui biglietti, è possibile contattare l’infopoint in piazza Garibaldi (tel. 099.8804695). Info anche al numero 324.6103258