x

x

Lodo Guenzi al Fusco in “Trappola per topi

Doppio appuntamento
Lodo Guenzi

Con il doppio appuntamento del 6 e 7 dicembre al Teatro Fusco (in via Giovinazzi), entra nel vivo della sua programmazione la stagione di prosa del Comune di Taranto, organizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese: sul palco Lodo Guenzi – il cantante de “Lo Stato Sociale”, mette in scena “Trappola per topi”, commedia “gialla” di Agatha Christie.

Lo spettacolo
Con la traduzione e l’adattamento di Edoardo Erba, la regia di Giorgio Gallione e l’interpretazione della compagnia “La Pirandelliana”, “Trappola per topi” è una rappresentazione “senza tempo”: l’opera, infatti, ha fatto il suo ingresso all’Ambassador Theatre di Londra il 25 novembre 1952 e, da allora, per 70 anni è rimasta ininterrottamente in cartellone. Sospetti, bizzarrie e un plot incalzante che attinge a piene mani alle atmosfere british noir degli anni ’50, è «un classico della letteratura teatrale da interpretare, ma soprattutto da rispettare», come ha sottolineato il regista, Giorgio Gallione. A dare un tocco di imprevedibilità il poliedrico Lodo Guenzi, già con esperienze attoriali e teatrali alle spalle. «La stagione di prosa del Teatro comunale Fusco si accende attraverso uno spettacolo unico, frutto della penna straordinaria della regina del giallo, Agatha Christie – ha dichiarato l’assessore alla Cultura e Spettacoli del Comune di Taranto, Fabiano Marti – La nostra offerta culturale dimostra sin da subito di poter accontentare i palati culturali di ciascuno: questa è un’opera che ha fatto la storia del teatro, un dramma che ha attraversato tante generazioni e che sicuramente saprà entusiasmare anche il pubblico tarantino».

Il protagonista
Protagonista sul palco sarà anche la verve di Lodovico Guenzi, in arte Lodo, a conferire anche un pizzico di brio in più alla pièce. «La scelta di averlo nel cast – ha proseguito Gallione – è emblematica, una promessa di imprevedibilità e di esattezza allo stesso tempo. Darà allo spettacolo il giusto equilibrio tra metodo e follia. “Trappola per topi” ha una trama accattivante ed è abitata da personaggi che non sono mai solo silhouette o stereotipi di genere, ma creature bizzarre e ambigue che stimolano l’attenzione e abbattono i cliché. In fondo è questo che cerco nel mio lavoro: un mix di rigore ed eccentricità». «Riproporre un testo famosissimo come “Trappola per topi” è sempre una sfida – ha commentato Michelangelo Busco, direttore del Teatro comunale Fusco – ma siamo sicuri che la compagnia “La Pirandelliana” troverà il modo di inserire elementi di novità e sorpresa all’interno in quest’opera così meticolosa e dettagliata come l’aveva pensata la Christie. E sappiamo che i colpi di scena sapranno accendere i nostri spettatori». Apertura sipario ore 21; alle ore 18 per la replica di mercoledì 7 dicembre.