x

x

Luciano Amante canta l’amore senza fine

È on line il nuovo brano dell’artista di Palagianello scritto insieme a Moreno Ferrara e Enzo Vandelli
Luciano Amante in sala di incisione

«La certezza che nessun’altra donna mai potrà essere sostituita nel cuore di un uomo genera quella forza e dedizione verso di lei, giorno per giorno, attimo per attimo, di una vita bellissima vissuta con il suo amore per sempre». È la riflessione di Luciano Amante sulla sua nuova canzone “Che cosa sei per me”, già disponibile on-line per l’edizione musicale Miseria e Nobiltà; il testo della canzone parla di un amore senza fine, riassume in maniera del tutto poetica l’importanza e la necessità assoluta per chi ama, di vivere e sentirsi vivo solo sotto il suo sguardo o ascoltando la sua voce che è musica per le orecchie, nata dal profondo dell’anima.

«Co-aurore del brano è Moreno Ferrara, già autore di alcuni brani per Mina, Mina, Bertoli, Baglioni, nonché corista sanremese e collaboratore di tanti artisti di grosso calibro – ha rivelato l’artista – Suo è anche l’arrangiamento del brano. L’altro autore, insieme a me, è Enzo Vandelli che vive in Russia da alcuni anni». I tre artisti ormai hanno formato una collaudata squadra con l’intento di proseguire un progetto artistico ideato tanto tempo fa ed oggi reso possibile dalla loro collaborazione attiva e propositiva di fare buona musica, con l’auspicio di regalare, a chi ama la musica, altri brani scritti con cuore e anima. Luciano Amante non dimentica mai la sua terra dove ritorna almeno una volta all’anno; la sua passione per la musica è iniziata sin dall’età di 14 ani quando viveva nella sua amata Palagianello iniziando a suonare la chitarra ispirandosi al grande mito Lucio Battisti, a tal punto da scrivere tanti brani e fino a pubblicare un album di alcuni anni fa dal titolo “Eden” in cui ha dato voce ad alcuni capolavori battistiani e a suoi inediti scritti in collaborazione con grandi artisti del panorama musicale italiano; più recente è “Come un triste sogno” brano dedicato a sua madre scomparsa di recente.

Luciano Amante ha sempre vissuto la sua musica come libera espressione compositiva senza vincoli di etichette e scadenze discografiche: è produttore di sé stesso e ha come unico scopo quello di lasciare un messaggio in melodia e parole. A tutt’oggi Luciano Amante si è avvalso della collaborazione di grandi musicisti e autori di testi: la sua musica è sempre attiva e spesso partecipa ad eventi musicali in vari locali della Lombardia. Il legame di Luciano Amante con Palagianello come testimonia la copertina del brano. «Protagonisti della copertina di questo nuovo singolo sono due ragazzi di Palagianello, Sara Donvito e Nico Leogrande – ha precisato il cantautore – Anche la pineta dello sfondo è Palagianello, a ricordo della mia infanzia e della gioventù».