x

x

Buonasera

Viaggio fra i suoni e gli echi del Mediterraneo

Penultimo ap­puntamento sabato, 26 settem­bre, al Chiostro del Museo Ar­cheologico Nazionale “MarTa” (in via Cavour, 10), con “Pontos. Il mare che unisce”, la rassegna di suoni e parole dal Mediterra­neo realizzata grazie al proget­to FISH & C.H.I.P.S (Fisheries and Cultural Heritage, Identity, Participated Societies) ed or­ganizzata dallo stesso Museo di Taranto e dall’Università di Foggia, in collaborazione con il Teatro delle Forche, musicisti e artisti vari.

Il ricco programma, realizza­to con la direzione artistica di Danilo Leone (Università di Foggia), porta a Taranto lo spet­tacolo inedito del duo formato da Nabil Bey e Fabrizio Piepoli, sul palco protagonisti di “Ghi­bli suoni ed echi dal Mediterra­neo”. Quello di Bey (cantautore e giornalista palestinese, fondato­re del gruppo Radiodervish e Al Darawish) e Piepoli (cantante, polistrumentista e compositore, ex voce dei Radicanto e com­ponente della Cantiga della Se­rena) è un viaggio attraverso la parte più raffinata della musica.

Il duo canta l’uomo del Medi­terraneo che pur attaccato alla sua terra e alle sue radici, si allontana da casa varcando il mare.

Il titolo del concerto è evocativo e parla della musica che unisce uomini disposti a rinunciare anche alla dignità per un futu­ro ipotetico, ma resi sempre più forti da una ostinata speranza.

L’inizio dello spettacolo è pre­visto alle 19.

La rassegna “Pontos. Il mare che unisce” si chiude la prima domenica di ottobre, il 4, con la doppia replica di “Kore” (Tea­tro delle Forche”, alle ore 11 e, nel pomeriggio, alle 17, sempre al chiostro del Museo Arche­ologico Nazionale di Taranto “MArTA”).

Con i suoi cinque eventi in car­tellone, l’iniziativa si è prefissa di centrare un obiettivo: rendere omaggio al mare, alla pesca, alle tradizioni marinare e, nel contempo, valorizzare il patrimonio archeologico e culturale dell’area di Taranto in Puglia e dell’isola di Corfù in Grecia, creando opportunità concrete di diversificazione delle attività economiche delle comunità di pescatori e di destagionalizzazione turistica.

L’ingresso ai due eventi è gratui­to e contingentato: sarà, dunque, necessario prenotarsi telefonan­do al numero 099:4538639.

Il Cinzella su Vogue Italia tra i Festival da non perdere

GROTTAGLIE – L’estate dei Festival in giro per la Puglia, sta per cominciare. Taranto, ancora una volta, si conferma una fra le città più attente all’offerta musicale e culturale, tra le realtà più chiacchierate a livello nazionale grazie, soprattutto, a eventi come il “Cinzella”, quest’anno in programma dal 15 al 17 luglio alle Cave di […]

Cresce l’attesa per gli Idles

GROTTAGLIE – Cresce l’attesa per l’arrivo degli Idles alle Cave di Fantiano: la postpunk inglese è tra gli ospiti più attesi dell’edizione 2022 del Cinzella Festival. I biglietti per il concerto sono già disponibili sulla app di ticketing Dice. Il gruppo nasce nel 2006 a Bristol grazie al cantante Joe Talbot e al bassista Adam […]

È la notte di Big Mama e della black music

Allo Yachting Club Porticciolo in via Ombrine nr. 4, a San Vito, sabato 28 maggio si fa festa con lo staff del Praja e Big Mama che è sinonimo di festa, sensualità, mood, life style e tecnologia e le cui fondamenta sono antiche. Big Mama è un’onda lunga, sinuosa, provocante, capace di smuovere e travolgere […]

Quel Palazzo tornerà a splendere

Dal X secolo all’unità d’Italia Taranto è stata una città murata, rinserrata nell’acropoli della città greca, diventata una vera e propria isola, dopo che gli Aragonesi, per proteggere il castello, avevano scavato un “fosso” tra i due mari. Ad Est dell’isola sorgevano pochi edifici: i ruderi dell’anfiteatro, nel giardino del convento con annessa chiesa di […]