x

x

Va in scena la “furia” di Orlando

TARANTO – Un classico della letteratura italiana, “L’Orlando furioso” approda sabato, 18 gennaio (con replica domenica 19) al Padre Turoldo per la rassegna messa a punto dal direttore artistico, Pasquale Strippoli.

Vincitore del premio “Lecce art festival”, assegnato dai direttori dei maggiori settimanali di spettacolo italiani, il lavoro va in scena con l’associazione culturale “Calandra” (Tuglie – Lecce), sotto la regia di Giuseppe Miggiano. Donne e cavalieri, imprese amorose e guerresche, sono i temi di fondo del più avvincente poema cavalleresco: L’Orlando furioso di Ludovico Ariosto.

Illusione e realtà, saggezza e follia, giovanile audacia e ironica posatezza si mescolano nell’opera in modi inimitabili. Orlando pazzo per amore, Angelica oggetto del desiderio e amante appassionata, Rinaldo rivaleggiante per amore, Olimpia sentimentale e svagata, Astolfo “astronauta” nel mondo lunare alla ricerca del senno fuggito dalla terra, il mondo governato dalla follia, l’esecrazione di tutte le guerre: sono tutti aspetti di una “storia” di ieri che con sapiente “leggerezza” e comicità, facendolo pensare e divertendolo insieme, parla all’uomo d’oggi.

Una storia che una compagnia di girovaghi, con i modesti mezzi di cui dispone, ricrea davanti ad un pubblico invitato a lasciarsi sedurre dall’illusione teatrale, dalla forza stregante della poesia.

Lo spettacolo procede insinuando nella materia cavalleresca riferimenti al mondo in cui viviamo; introduce curiosi anacronismi nel tessuto narrativo, rilegge il poema secondo una linea ironica esagerata, a tratti, fino alla caricatura, mescola rispetto per la tradizione e allegra contestazione delle regole prevedibili. Mezzi scenici semplici, persino elementari, si caricano di allusività. In un teatrino di marionette si consuma la vicenda tragica e patetica di Cloridano e Medoro: marionette, gli uomini, di un destino che presumono di controllare. Alla follia che domina la terra e che sembra insanabile, potrà contrapporsi, vittoriosa, la poesia? Questi gli attori protagonisti: Federico Della Ducata, Donato Chia-rello, Ester De Vitis, Piero Schirinzi, Antonio Giuri, Luigi Giungato, Daniela Manna.

Sipario alle 21.