x

x

Il jazz di Chet Baker rivive con Joe Barbieri

Torna il jazz d’autore venerdì, 28 marzo, sul palco dell’auditorium TaTà (in via Grazia Deledda, al quartiere Tamburi) con  il grande chitarrista, cantante e compositore jazz Joe Barbieri, a Taranto per presentare il  suo ultimo importante progetto dedicato ad una delle figure-chiave del jazz: Chet Baker.

L’appuntamento, in cartellone per la 70^ stagione concertistica degli Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, è davvero imperdibile per tutti gli amanti di questo genere musicale.

Il concerto che Barbieri propone è la versione “on sta-ge” del suo celebrato e pluripremiato disco pubblicato lo scorso anno, “Chet lives!”, dall’etichetta indipendente “Microcosmo” in occasione del 25o anniversario della scomparsa del musicista di Yale.

Si tratta, in definitiva, di un disco in cui il jazzista napoletano interpreta la sublime arte di Chet rileggendo il suo repertorio più affascinante: quello, cioè, in cui l’artista produsse anche in una meravigliosa e sentita vocalità, in particolare durante i suoi periodi di soggiorno in Italia, il tutto in un inimitabile incontro fra musica afro-americana, canzone italiana d’autore e world music.

“Il progetto – precisa Barbieri – prende il largo a partire dagli straordinari brani cantati di Chet, che hanno certificato il suo linguaggio rivoluzionario ed inimitabile.

Sul palco, oltre a Barbieri saliranno Luca Aquino alla tromba e Antonio Fresa alle tastiere, entrambi musicisti di spessore internazionale. Chet Baker, lo ricordiamo, è noto soprattutto per il suo stile lirico ed intimista e per essere stato tra i principali esponenti del genere conosciuto come “cool jazz”.

La sua discografia è considerata abbastanza poco o-mogenea, sebbene secondo alcuni critici sia intuibile una maggiore maturità  artistica nelle ultime registrazioni.

Sipario ore 21.