x

x

Garden festival: musica e teatro in Villa Peripato

Sarà una domenica ricca di spettacoli ed eventi quella che il prossimo 11 maggio, in Villa Peripato, il “Garden festival Taranto” regalerà ai tarantini grazie al progetto europeo “CultTour”, promosso dalla Regione Puglia – servizio Beni Culturali e realizzato dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con Comune di Taranto e Crest.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di creare un’occasione che faccia riscoprire, alla città, la bellezza di alcuni angoli e spazi della Villa Pe-ripato, polmone verde di Taranto che vanta uno dei più belli affacci sul Mar Piccolo.

Le tante attività organizzate per l’intera giornata sono tutte – o quasi – dedicate ai bambini e alle famiglie: sono previsti, infatti, momenti ludici, di musica e di vario spettacolo che si alterneranno dalla mattina fino alla sera, capaci di garantire un sicuro divertimento, oltre le cigolanti altalene della vetusta area giochi.

Questo il programma nel dettaglio: ore 10,30, narrazione teatrale e laboratorio creativo per e con bambini e ragazzi a cura del Crest tratte dal libro Fior di Favole”, di Daniela Zurlan; ore 12, “Piccola orchestra di Taranto” in concerto, direzione Antonio Ricciardi; ore 11, “Giocasognando”, bolle giganti e giochi con Maga Mirò; ore 16, “Tutti i colori del verde”, laboratorio pittorico con i bambini, intervento del writer Noccy (creazione grandi pannelli); ore  17,30, “Fior di Favole (Storia del Narciso), animazione teatrale e laboratorio creativo per e con bambini e ragazzi a cura del Crest; ore 18,30,  “La vegetazione della Villa Peripato”, percorso didattico a cura del Garden Club di Taranto; ore 18, animazione con artisti di strada; ore 21, “Ogni male fore”, Faraualla in concerto.

Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione gratuita.

“CultTour Cultural (garden) heritage as focal points for sustainable tourism”, nello specifico, è un progetto messo a punto con il preciso intentoi di creare e, allo stesso tempo, valorizzare la rete dei giardini storici costituita da otto ville comunali di altrettanti comuni pugliesi (Taranto, Foggia, Trani, Bari, Bitonto, Ostuni, Lecce e Otranto), collocati sui due antichi percorsi viari romani – la via Appia e la via Traiana – che attraversano la Puglia. 

Strade, quest’ultime, che furono decisamente fondamentali per lo sviluppo e l’unificazione delle tante e diverse culture ”alla periferia dell’Impero” ed intorno alle quali crebbero i centri abitati.

Le “ville comunali” pugliesi, progettate nella prima metà del XIX secolo, oltre ad offrire un giardino tipicamente caratterizzato dalle piante della specie mediterranea, condividono tutte la forte funzione pubblica del loro spazio, l’antica agorà. In questa ottica, va sottolineato, anche la nostra Villa Peripato si connota come uno spazio significativo per il valore culturale ed ambientale.