x

x

Incontri di danza con la “Koros” all’Orfeo

Ritorna, puntuale, come ogni anno domenica, 15 giugno, “Incontri di danza”, l’evento che vede protagonisti da XXXII edizioni, oramai, gli allievi del centro studi danza “Koros”, diretto da Angela Barbanente.

Il palco sul quale si consumerà  un’intera giornata dedicata alla danza è  quello del teatro Orfeo (in via Pitagora): la novità di quest’anno consiste nel fatto che sia il saggio degli allievi più piccoli che quello dei allievi più grandi si terrà nella stessa giornata.

A partire dalle 10 e fino alle 13 circa, il pubblico è chiamato ad assistere ad saggio che ha tutte le caratteristiche per essere considerato un vero e proprio spettacolo.

Il matinèe è diviso in tre parti: nella prima è prevista coreografia montata su musiche di Waldeteufel dal titolo “Ballet studio”; si proseguirà con “W la Rai” su musiche di autori vari. Una sorta di tuffo nel passato con il ricordo delle sigle televisive  degli anni ’80 che accompagneranno il pubblico in un viaggio nella fantasia. Nella seconda parte, invece, andrà in scena “Ballo in maschera”: coreografie, regia e costumi sono curati da Angela Barbanente su musiche di Verdi, Mozart e Rota. Libero adattamento coreografico tratto dall’omonima opera verdiana. Una notte di fine anno, lungo i ponti, i canali e le misteriose “calli” veneziane un gruppo di amici si prepara per recarsi ad una festa festa. Misteriosi personaggi si avvicenderanno in un “salone danzante” dove fantasia, magia e realtà si intrecciano rivelando misteriosi intrighi. Nella terza ed ultima parte del matinè una serie di coreografie: “Donne”,“Shot you down”, “la vita è un girasole”, “Lips red”, “como si fueran nubes”, “Saxuality”, “Black sheep”, “Burn”.

In serata invece, con inizio alle 20, sarà la volta di “Serata magica”: il sipario si apre su “Danzando Federico… al cinema in punta di piedi”, balletto in quattro quadri, liberamente tratto da alcuni capolavori di Fellini. Coreografia, regia e costumi di Massimo Blonda, musiche originali di Nino Rota.

A seguire una interessante coreografia cucita appositamente dal Maestro Joseph Fontano su Amedeo Lagulli, “Senza fili 1.1”, su musiche di Revers.

Nella seconda parte un “Omaggio a Verdi” in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. La coreografia, la regia ed i costumi sono di Massimo Blonda; e, ancora, “Trasparenze”, su coreografia del geniale Joseph Fontano.

A seguire “Red lips” e “Running” proposti sul palco dell’Orfeo da due giovani, Antonio Di Lorenzo e Antonella Perruni che si sono distinti, rispettivamente, ai concorsi “Napoli hip-hop festival” e Sander dance festival” il primo e a “Dance & Dance” e borsa di studio per “I love dance 2015” la seconda.

Sempre nella seconda parte una raffica di coreografie di generi diversi come “Confusion”, “Entusiasmo” e “The Ch’ange”, “Little Play”, “Melody”, … a volte quando fa buio…”, su coreografia della Barbanente. La serata di concluderà con “The Mood” (coreografia di Francesco Saracino), ex allievo della Koros.

Info: 099:7353908.