x

x

Villa Peripato: da Made in Sud al palcoscenico dell’Arena

Tornano a Taranto, nell’Arena della Villa Peripato (via Pitagora) i comici di “Made in Sud”, la fortunata trasmissione televisiva in onda su Rai 2 che ha surclassato – a suon di battute – “Zelig”. L’appuntamento è per domani ed è imperdibile, soprattutto per quanti già hanno avuto modo di ridere con i tre dei tanti big di “Made in Sud” – Duo per Duo, Arteteca e Ciro Giustiniani – protagonisti dello spettacolo.

Piacere a tutti o, comunque, al maggior numero di spettatori con la loro comicità, sembra sia la principale missione di questi artisti, non improvvisati: ognuno di loro, infatti, ha fatto gavetta. Si è lanciato in mille rassegne e nei teatri “off” dell’hinterland napoletano; poi il “Tam”, che con le debite proporzioni per molti ha rappresentato (e rappresenta), quello che una volta era il “Derby” di Milano. “La nostra vita è cambiata – confessa Peppe Laurato che con Massimo Borrelli forma i Duo per Duo –  L’importante, però, è non farsi assorbire da un ingranaggio che per darti ti chiede qualcosa in cambio, a cominciare dal privato: la popolarità impone ritmi che prima non consideravi, ma l’impegno “H24” era quello che cercavamo: occorre tenere i piedi ben piantati in terra”.

In cosa vi ha trasformati questo lavoro?
“Nei ritmi, nel bene e nel male  quelli che ti fanno guardare in faccia il pubblico, ogni sera, nei locali come nelle piazze. Ma anche nella scrittura: le battute non le scrivi più su un foglio bianco seduto nel tuo studio, ma le appunti su un post-it in auto, durante un’intervista, su un tovagliolo di carta all’autogrill o in pausa-pranzo. Poi metti tutto insieme e gli dai quel senso comico che la gente mostra di gradire”.

Da Sky, tv a pagamento, dunque un target medio-alto, alla Rai, il tratto nazionalpopolare.
“Ti cambia la vita – dice ancora Peppe – la gente ti conosce per strada, ti chiede un autografo un “selfie”: insomma, rispetto a prima la popolarità l’avverti dal numero di pacche che rimedi andando in giro. “Made in Sud” ci ha provocato tutto questo e il passaggio dal criptato alla tv in chiaro, ha scritto un’altra storia”.

“Non facevamo al caso di “Zelig” –  rivela, invece, Enzo Luppariello, socio di Monica Lima con cui compone il duo Arteteca –  e, allora, non ci siamo dati per vinti: gavetta facevamo prima, gavetta facciamo oggi, giusto per non perdere il contatto con la quotidianità e con la terra sulla quale è bene tenere sempre i piedi ben piantati. Se non sei eclettico fare questo lavoro diventa più complicato, in particolare se hai scelto la tv come strumento di comunicazione: rete regionale, ti rivolgi al territorio, sai qual è la cifra comica con la quale parlare alla tua gente. Diverso quando fai la tv a pagamento: è come se la gente avesse pagato il biglietto, devi farla ridere sennò ti precetta. Altra cosa, ancora, con la Rai, pubblico trasversale, un po’ più disposto a seguirti; le nostre gag sono state “Terapia di gruppo”, “Matrimonio” e “Chat”, non volendo la frase “Quacche volta piglie o’ pacco”, cioè la fregatura sul social network è in agguato, è diventato un tormentone”.

Sipario ore 21,30.
Info box office: 099:4540763.