Lo “Scoop” di Covatta sulla Donna Sapiens

MASSAFRA – Riprende dopo le feste pasquali la stagione di prosa 2022 del Comune di Massafra, realizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. E sarà un ritorno allo Spadaro (il Teatro in piazza dei martiri, 10) in grande stile e sotto il segno del puro divertimento quello in programma il 22 aprile con Giobbe Covatta protagonista di “Scoop (Donna Sapiens)”, uno spettacolo che vede l’attore anche autore dei testi insieme a Paola Catella.

LO SPETTACOLO
Il nuovo spettacolo di Giobbe Covatta vuole dimostrare, col suo linguaggio irriverente e dissacratorio, la superiorità della donna sull’uomo. Per convalidare tale tesi il comico spazia dalla storia, alla sociologia, alla medicina e da ogni punto di vista il maschio della razza umana esce perdente e ridicolo rispetto alla donna. Non mancano interviste impossibili con personaggi importanti che supportano tale tesi: da Dio stesso, che svela gli esilaranti retroscena della creazione dell’uomo e della donna, fino a un improbabile uomo del futuro che ci mette in guardia sui rischi di un mondo assoggettato all’arroganza maschile, passando per Nello, il povero membro maschile che chiede aiuto per le sue pessime condizioni di vita, schiavo dei ridicoli appetiti sessuali del suo padrone. Giobbe Covatta dimostra nel suo modo comico e surreale il proprio amore e rispetto per le donne, a cui dedica in finale un poetico omaggio. La stagione si chiude l’11 maggio. Sul palco Marco Cavallaro con il suo “Amore sono un po’ incinta”, una nuova commedia ricca di risate e piena di momenti di pura emozione. Il calo delle nascite genera paura nella società, ma mettere al mondo oggi un figlio preoccupa ancora di più. Che mondo e che futuro lasciamo ai nostri figli? Un figlio può salvare un amore? E soprattutto quanto costa fare un figlio? Una commedia che fa ridere delle nostre paure ad affrontare l’ignoto e di come la storia più vecchia del mondo sia la favola più bella da raccontare: quella di dare un futuro alla vita. Info: 099:8804695.

Dalla letteratura alla poesia, alla musica e all’economia: nuova veste per “L’Arengo”

Fresco di stampa è nelle nostre mani l’ultimo in ordine di tempo (ma non ultimo per importanza numero de I Quaderni de L’Arengo nella sua solita, sobria ed elegante veste tipografica curata, come sempre da par suo, dalla Casa Editrice Scorpione di Piero Massafra. Il titolo: I contemporanei. La prestigiosa rivista, come è noto, è […]

MAP: ospiti internazionali alla II edizione del Festival. Arriva anche John Rutter

«È sempre più evidente che il welfare culturale abbracci una quantità di competenze sempre più ampie. È vero per l’intera Puglia, ma soprattutto per Taranto che mette al centro dei suoi interessi una ricca programmazione culturale, facendo di questo un modello di sviluppo alternativo: confermata la strategia sul mare come grande attrattore, la città punta […]

Eva Degl’Innocenti lascia il MArTA

Dopo sei anni e mezzo Eva Degl’Innocenti lascerà la direzione del museo archeologico di Taranto. La direttrice che ha ‘svecchiato’ l’immagine (e non solo) di quello che oggi si chiama MArTA infatti guiderà i Musei Civici di Bologna. Prima dell’arrivo a Taranto Degl’Innocenti aveva diretto il museo di Corseul in Francia. Per la guida dei […]

Pierri e Alda Merini: l’importanza della loro poesia tra luci e ombre

Si è svolta con successo la serata di poesia su Michele Pierri e Alda Merini, organizzata da Mario Guadagnolo alla Biblioteca Acclavio, nell’ambito delle iniziative de “I giovedi letterari della Biblioteca Acclavio”. Un pubblico interessato e attento ha preso parte all’appuntamento che ha visto anche la presenza di due dei numerosi figli di Pierri, Lucio […]